PUNKADEKA FESTIVAL 25th Anniversary

MOOTH: Slow Sun

Sinceramente di questo “Slow Sun” si è capito ben poco a livello distributivo: in Rete il disco è disponibile da autunno 2013 mentre oggigiorno This Is Core Records lo rilancia non riuscendo però a capire se sottoforma di inedito. ristampa o che altro. Sperando di scoprire presto l’arcano passiamo quindi a ciò che più conta, il lato artistico: i Mooth sono una band cresciuta con il noise che scorre forte nelle loro vene, e guidati spiritualmente da nomi seminali come Jesus Lizard, Melvins e Kyuss.

Una band che fa del rumore il proprio status symbol, ma che al contrario di molti non si limita ad accompagnare l’ascoltatore verso l’emicrania ma bensì a coinvolgerlo in un percorso che vede lo sludge, il punk vecchia scuola e l’heavy metal come punti saldi. “Slow Sun” è un bel disco a iniziare dal suo artwork, davvero ben fatto.

E’ fatto di otto brani dal fascino cupo, che lasciano poco spazio all’immaginazione ma cercano per quanto più possibile di entrarti subito in testa, ferendoti. Al tutto uniteci un cantante morboso e dei testi velatamente ironici, ed ecco che il piatto forte è servito. Non un album easy listening, ma chi al giorno d’oggi ha ancora voglia di imbattersi nel classico schema strofa/ritornello? Nessuno. Avanti così.2931

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato con tutte le news direttamente nella tua inbox!

Iscriviti alla newsletter, inserisci la tua email:

Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03) NO SPAM! Potrai disiscriverti in qualisasi momento.

Previous Article

MAD CADDIES alla Festa di Radio Onda D'Urto

Next Article

Quattro chiacchiere con i LENNON KELLY

A proposito di Mooth...
Spotify Playlist
Potrebbe interessarti..
LEGGI TUTTO

THE JOKERS: The Only Way

The Jokers arrivano dal promettente Triveneto con questo lavoro decisamente dai toni 77ini.Gia’ dalla prima traccia si intuisce…
Total
0
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!

Inserisci la tua email


Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.