ABBATTI IL MURO! SKIN&PUNK NIGHT (Vecchio Son, Bologna 26/11/16)

ABBATTI IL MURO! SKIN&PUNK NIGHT (Vecchio Son, Bologna 26/11/16)
A cura di   |     |  
 1 Commento
ABBATTI IL MURO! SKIN&PUNK NIGHT (Vecchio Son, Bologna 26/11/16)

Rude Rebels Brigade e Associazione Musicale Culturale Vecchio Son presentano:
PRIMA DEI LIVE
Dibattito con Steno dei Nabat:
la Vecchia e la Nuova Bologna
la scena e le sue periferie!!

ORE 22 inizio concerto:
Klaxon Oi! da Roma
Best 1996 – 2016 presentazione disco
La band si è formata nel 1981 Attualmente sono cosiderati una delle band piu’espressive e di maggior risalto della scena punk.rock italiana calcando live i vari palchi della penisola sia da soli sia con band affini come Banda Bassotti-gang-ghetto84-fun-bloody riot-gli ultimi-automatica aggregazione-angelic upstars-nabat. Formazione: Andrea Morelli (voce, basso),Lorenzo Tovoli (voce, chitarra ),Roberto Moschetti (chitarra,cori),Giuseppe Gugliotta (batteria). Oggi presenteranno il loro nuovo disco Dopo circa dieci anni di distacco e di altre esperienze musicali, nel 1995 i Klaxon decidono di riunirsi e iniziano a suonare nei principali centri sociali italiani, chiudendo questo tour al Leoncavallo di Milano. Ed è a questo punto che decidono di incidere per l’etichetta romana Gridalo Forte Records il disco 100celle city rockers, uscito nel 1997. Nel 2000 viene aggiunto alla formazione un altro chitarrista, Roberto Moschetti, e nell’aprile del 2001 aprono il concerto degli Ska-P. Un anno dopo esce il loro successivo lavoro, ancora per la Gridalo Forte Records, intitolato Vita Agra. Nel 2006, dopo la raccolta Uonna Club, pubblicata per la Klaxon Records in collaborazione con City Of The Dead, partecipano al DIY World Festival, nel quale il gruppo divise il palco con gli Affluente e con i Discharge. Nel 2009 esce il CD Brutti sporchi e cattivi, 13 tracce di storie con grandi citazioni, un sound Punk/Rock che affronta i temi sociali e le problematiche della modernità con spirito ribelle e grande energia ma con la contemporanea capacità di costruire melodie dolci e pungenti.Nel 2013 lo storico batterista Fabrizio Ferraro lascia il gruppo: entra nei Klaxon il nuovo batterista Peppe Gugliotta.Nel 2014 esce un LP (con allegato il CD) dal titolo Anime Corsare, un disco che i Klaxon condividono con Gli Ultimi, band nata nel 2008: non uno split, ma un unico album di 12 pezzi scritto dalle due band, pezzi che si incastrano perfettamente tra loro fondendo due gruppi estremamente rappresentativi della scena romana, il primo è leggenda, l’altro lo sta diventando. La condivisione del disco con una formazione come quella de Gli Ultimi non solo ha restituito un lavoro particolarmente originale, ma è riuscito a costruire un ponte temporale che collega persone diverse di età diverse ma unite da musica, passione, città, sensazioni, persone che sono espressione di un’identica realtà impreziosita negli anni di nuove esperienze mantenendo sempre un filo sottile ma molto resistente con il passato.Il disco è arricchito dalla copertina disegnata da Zerocalcare.

The Stab Oi! da Bologna
Tratta dal sito Ufficiale,a cura di Flavio di City of the Dead…
“Gli Stab hanno rappresentato la migliore espressione italiana di una certa tradizione punk che, partendo dal messaggio e dalla musica dei Clash, dei Ramones e degli Stiff Little Fingers, è saputa andare oltre toccando nuove tematiche e rielaborando il punk ’77 in maniera creativa pur senza allontanarsi troppo dalle sue vecchie sonorità…
La band si è formata a Bologna nell’88 con la seguente line-up: Romano Bedetti (chitarra e voce; già Rage Punk e HEX, in seguito membro di Nabat e Rude Pravo), Davide “Abbondante” Bernardi (basso; già nei Nabat a cui si unirà di nuovo quando torneranno nel ’95), Marco “Uiui” Barbieri (batteria; anche lui ex-Nabat, entrerà nella loro nuova line-up).
Nei loro otto anni di attività (1988/1995) gli Stab hanno realizzato una discreta discografia: “The Stab Demotape” (prodotto dalla loro 77 Records), “Punk 77” 7″EP (77 Records), “Nessun Ribelle …” LP/CD (Twins Records/77 Records), vari pezzi su compilations oi! e punk-rock, Punk 77: “The Stab” Discography CD, su City Of The Dead è l’ultima raccolta,che racchiude tutto il materiale della band fino a oggi pubblicato piu’ una cover dei Clash,”Groovy Times”.
Nel ’95 i Nabat si riformarono per il “Tiziano Ansaldi Benefit Tour” insieme a Ghetto 84 e Klasse Kriminale.
Tiziano (manager dei Nabat e redattore della skinzine “Working Class Kids”) era scomparso pochi mesi prima e i suoi vecchi amici organizzarono questo tour per raccogliere fondi per la madre malata.
L’attività dei Nabat andò comunque al di là di questa iniziativa e insieme ad una serie di impegni lavorativi e famigliari di Uiui e Abbondante segnò di fatto lo scioglimento degli Stab.
In seguito all’interesse suscitato con uscita della raccolta “Punk 77: The Stab Discography” gli Stab ,nel 2005,hanno deciso di riprendere l’attività dal vivo.Con l’uscita di UIUI dalla band,il suo posto venne preso da Toppi,ex Nabat e gia’ batterista in diverse formazioni HeavyMetal Bolognesi, a oggi gli Stab sono: “Romano-Chitarra/Voce,Toppi-Batteria, Gabér-Basso, Adrian-Chitarra.”

Antibionici Punk Rock da Bologna
Il gruppo è nato quest’anno a Bologna ispirato principalmente dal Punk Rock i componenti sono: Buch – chitarra (voce), Lucas (chitarra), Fabio (basso),Davide (batteria). Aspettiamo con ansia il loro primo debutto e disco che molto probabilmente uscirà per il 26 novembre!! “Ti hanno detto di pensare quello che non sei”…. punk rock da Bologna

Banged Up Punk da Bologna
Nascono nel ’99 a Bologna solo per far aggregazione e balotta. La prima formazione: Tato (batteria-voce), Katia (chitarra), Beppe (basso) e Jeffry (chitarra-voce). Tra sbronze e concerti i Banged Up hanno registrato tre dischi che non sono mai stati prodotti, ma bensi masterizzati su cd e distribuiti gratuitamente ai concerti. Il primo “Stanchi di tutto” è stato registrato su bobina nel 2003, il secondo “La legge non è uguale per tutti” nel 2007 e l’ ultimo “Conto alla rovescia” nel 2010.Tutte le registrazioni sono state “fatte” da Pekos nelle sale di registrazione (sub cave) di Scendellara. La formazione attuale è: Giuseppe lo Zoppo (batteria), Alex (chitarra-cori), Beppe (basso-cori) e Jeffry (chitarra-voce). A breve usciranno cinque pezzi inediti registrati ancora una volta a Scandellara da Pekos.
Il loro motto? “STANCHI DI TUTTO”

a presto kids,
Stay rude stay rebel!

 

Il Vecchio Son si trova a Bologna, in via Giovanni Antonio Sacco 14


Commenti (1)

  1. buona serata a tutti e tutte voi!

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: