LA CRISI: II – Tutti a pezzi

LA CRISI: II – Tutti a pezzi
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LA CRISI: II – Tutti a pezzi

Nuovo lavoro per i nostrani La Crisi, attivi nel settore “Finest” HC dal 2003 ed a distanza di oltre 3 anni dall’uscita del full-lenght “Self Titled” sfornano questo ottimo “II – TUTTI A PEZZI” per l’altrettanto ottima Hurry-Up Records.

Personalmente già al tempo ero rimasto piacevolmente colpito dalla spinta espressa dai ragazzi nel precedente lavoro e questo nuovo “II – TUTTI A PEZZI” conferma in maniera convincente il valore di questo gruppo Hardcore italiano.
Le tracce sono registrate e prodotte negli States al Godcity Recording Studio di Kurt Ballou (chitarrista dei Converge per chi non lo sapesse ;), gode di un’ottima produzione e l’artwork del disco è semplicemente di ottimo gusto rendendo perfettamente l’idea di quanto questo disco possa rompervi i denti una volta infilato nel vostro lettore.

Si parte quindi con “NON CAPITE” un pezzo incazzato, come si deve, chitarra basso e batteria viaggiano veloci e la voce di Mayo prende il volo con la caratteristica interpretazione che rende tutto molto gustoso. Il testo di questa song è formidabile parla di un cuore di legno, che batte in una mano: vi sembra una cosa strana? A me no! e riguardando la foto in conpertina con queste facce da pazzi incalliti mi gaso come poche volte succede;
Pezzo 2 – “Così ti piacciono le ossa” è semplicemente ‘meraviglioso’… tra l’altro c’è da sottolineare che nonostante ci siano stati in questi anni dei seri cambiamenti di line-up, i subentrati Moreno alla batteria e Lele al basso, si sono perfettamente integrati con Dario alla chitarra rendendo il songwriting smart e stimolante proprio come serve…

Il cd continua con “La verità è leggermente differente”, “Mi credi o no”, “Mi-o-dio”, “Ne direzione ne destinazione” restando ad alti livelli fino a quando.. raggiungo la track 9 intitolata “Perdo Punti”. Qui il livello tocca l’altissimo e per ora prendetela come nota personale: super adrenalina;roba da andare in ufficio il lunedì mattina e attaccare i capperi accumulati nel w.e. in faccia al boss sicuri di non perdere anzi di aver finalmente vinto!!
Comunque ironia a parte credo di aver espresso pienamente quanto mi sia piaciuto questo lavoro de La Crisi, un disco secondo me importante in Italia e non solo!

Un disco che bisogna assolutamente avere nella propria collezione di cd Old-School, starà sicuramente bene li con i suoi decibel e con la sua grafica fica..
Alla faccia di tutti i poser maledetti che oggi credono di spiccare nei blogs e ai concerti “quelli che odiano la puzza di ascella” che hanno scaricato tanti di quei giga di musica che neanche tutta la loro vita basterà per ascoltarli tutti… ma che senza nemmeno averli sentiti 2 volte sono gli opinion leader della situazione… Il futuro per i gruppi hc è l’estero perché qui come dice questo disco : siamo tutti a pezzi! musicisti, locali, pubblico, giornali e promoters nessuno escluso.
Mi permetto quindi solamente di lasciarvi una riflessione scusandomi in anticipo per la divulgazione:
Forse è arrivata l’ora di svoltare?!
Forse bisogna iniziare a supportare la scena come si deve!!!

Track list:
01 NON CAPITE02 COSì TI PIACCIONO LE OSSA03 LA VERITA’ E’ LEGGERMENTE DIFFERENTE04 MI CREDI O NO?05 MI-O-DIO06 NE DIREZIONE NE DESTINAZIONE07 STAR WARZ08 IL RESTO DI UNA VITA09 PERDO PUNTI10 RICORDI DOVE SEI?11 SENSO DI ABITUDINE12 LA MIA ULTIMA LETTERA13 TUTTI A PEZZI


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: