Punkadeka.it

ME FOR RENT: Il manuale del perfetto impostore

ME FOR RENT: Il manuale del perfetto impostore
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

ME FOR RENT: Il manuale del perfetto impostore

La scena hardcore melodica nazionale gode da qualche anno di ottima salute. Tante infatti le band salite in cattedra, alcune delle quali capaci di spopolare persino in terra estera. A conferma della buona musica di casa nostra ecco a voi i Me For Rent, band composta da quattro giovani musicisti cresciuti con hardcore melodico e forti dosi di Nofx (citati persino nelle influenze).

Velocità e passione, coretti melodici e testi in italiano che trattano speranze, considerazioni personali e attualità in modo schietto sono il fulcro di “Il manuale del perfetto impostore”, produzione che per essere un semplice esordio non è affatto male. La prima metà dell’album è sicuramente quella che piace di più, con brani di buona fattura come “Superstizioni” e “Senza scrupoli” capaci di coinvolgere l’ascoltatore mettendo di buon umore per la loro spontaneità, mentre il finale convince poco perchè troppo legato agli schemi dettati dal genere.

L’hardcore melodico e in particolare i NoFx del buon Fat Mike sono la base di partenza di ogni loro canzone, una cosa normalissima che non deve essere presa come una bocciatura ma bensì come una semplice ed evidente constatazione. Il disco gode di suoni onesti e ben registrati, cosa non da poco visto il genere proposto e un budget ristretto. Dai lati positivi passiamo a quelli meno convincenti, racchiusi al timore di osare da parte dei nostri.

Una caratteristica comune a tante giovani band all’esordio discografico ma che siamo sicuri col tempo li renderà capaci di agire con la propria testa. Altra nota dolente è appunto la parte finale dell’album, ripetitiva nonostante una buona dimestichezza con la musica proposta. Forse sarebbe stato meglio inserire meno brani evitando così alti e bassi normalissimi e innocenti data l’eta dei componenti e la poca esperienza.

Gradevole infine il progetto grafico, curato nei dettagli e molto colorato. Se vi piace il genere e state cercando qualcosa di nuovo e genuino nel made in Italy, i Me For Rent sono il gruppo che fa al caso vostro.
6/10
Tracklist:
01. 4m x 4m 02. Non è il nostro show 03. Superstizioni 04. Il grande ovile05. Senza scrupoli 06. Fuga in Brasile 07. Self service 08. Pleasure shelter 09. Undressed nation 10. L’impostore 11. La linea rossa 12. La scelta 13. Attesa 14. DissiDio


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
oppure   Accedi con facebook
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >