TROUBLEFESTIVAL a Monza il 18/06

TROUBLEFESTIVAL a Monza il 18/06
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

Il 18 Giugno niente impegni, torna il Troublefestival! Ancora una volta Troublezine organizza la sua giornata dedicata al rock, al punk, all’indie… insomma a tutta la grande musica che fa parte di Troublezine e della vita dei nostri lettori!

Dieci ore di rock con come sempre un cast vario, che chiama il meglio della scena nazionale ed internazionale, grandi nomi e band emergenti!!

I nomi degli anni scorsi ve li ricordate? Buzzcocks, Pornoriviste, Futureheads, PAY, Minnies, The Mojomatics…

Bene pensiamo di poter dire che per il 2011 abbiamo fatto davvero un grandissimo passo in avanti: arrivano gli ASH!!!

La band nordirlandese, un nome storico del rock, amatissima anche in Italia fin dagli inizi con i suoi inni come Girls From Mars e Goldfinger, torna dopo aver pubblicato lo scorso anno le due raccolte “A-Z Vol.1 e 2” che la hanno consacrata nuovamente come uno dei gruppi più innovativi e importanti al mondo!

Non manca ovviamente il grande punk-rock, come nella migliore tradizione del nostro festival, quest’anno con la attessissima reunion delle GAMBE DI BURRO! Sono loro l’altro grande nome del Troublefestival 2011 per un vero tuffo nel passato e negli anni 90’ dove non c’era una cassettina che non contenesse qualche canzone delle Gambe da cantare a squarciagola.

Prima dei due grandi nomi della nostra serata non mancano ovviamente tante band da sentire ed abbiamo scelto il meglio tra band affermate ed emergenti per regalarvi una giornata davvero imperdibile… e partiamo da un nome che l’anno scorso è arrivato fino ad aprire l’I-Day di Bologna con Blink e Sum 41: THE LEECHES! Arrivano da Cantù e per quei pochi che ancora non li conoscono ve li presentiamo con le loro parole: “Suoniamo un punk rock lento, veloce, stupido, intelligente, magro ma soprattutto grasso come noi!”

La nostra sera si arricchisce di uno dei gruppi più interessanti della scena indie italiana: i GRENOUILLE! Definirli però solo indie è limitativo: dai Sonic Youth ai Dinosaur Jr., prendete il meglio della tradizione mondiale e metteci ancora più rabbia e voglia di conquistare i palchi di tutta Italia: ecco come nasce un nome di cui si sta sentendo sempre più parlare.

Prima di loro due nomi nati nel corso degli ultimi mesi, che ne giro di un anno sono già diventati una conferma e che nei prossimi anni si propongono di conquistare l’Italia: CHAOS SURFARI e LAVALAVALOVE. I primi sono una delle band di cui più si è parlato negli ultimi mesi con una reputazione costruita con live su live e che ha messo d’accordo praticamente chiunque, con i secondi si esalta invece la qualità, melodie più ricercate e voglia di stupire con tutto il fascino dell’indie-pop italiano.

Ancora del punk tiratissimo con i TOUGH ed il loro concerti secondo le sacre regole dei tre accordi. Nati da una costola degli Stinkin Polecats ci porteranno il vero sound a marchio Ramones!

Power-pop, garage ed una suadente voce a tirare le file dei MISS CHAIN AND THE BROKEN HEELS! Astrid ci catapulta all’ora di cena nel sound sixties con le sue sei corde in mano e energia da vendere… 

Per la gioia del punk-rocker lombardi ecco i THE CROOKS uno dei nomi più vitali ed apprezzati del punk-rock degli ultimi due anni!

Ad aprire altri tre nomi giovani con davvero tanto rock nelle vene: da Parma, i DEVASTED! Rock cattivo per dare subito la scossa e prima da Monza e dintorni WAITING FOR MEMORIES, riff graffianti e cavalcate alternative, e poi i LABRADORS, un power-pop tutto da sentire! Se non li conoscete date un ascolto ai loro siti internet perchè da qui a breve tempo ne sentirete davvero molto parlare.

Quanti altri motivi volete per non perdervi la nostra giornata in musica?!?!


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
oppure   Accedi con facebook
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >