AGNOSTIC FRONT: Dead Yuppies

… rimango piacevolmente stupito dai cari Agnostic Front !! Perché stupito?? Beh.. ero rimasto a “Something Gotta Give” e poi ho trascurato parecchio l’attenzione verso questi vecchi dell’Hard Core. Devo ammettere che con questo album gli Agnostic Front ritornano un po’ verso alle sonorità da tempo abbandonate e le caratteristiche le si notano in tutti i pezzi. Riescono a mantenere un buon equilibrio tra la composizione dei brani e l’impatto degli stessi. Questa cosa è rara soprattutto tra le bands più datate e seguite. Spesso si cade nella banalità ( e anche gli Agnostic Front l’hanno provato ultimamente ) ma con questo disco riescono a rendersi “l’eccezione che conferma la regola”…Lo stile rimane inconfondibile, Stigma fa della sua chitarra un vero scettro per un vero tamarro, e la voce rimane ( come in tutti gli album ) inconfondibile e potente. I suoni sono ben curati e, mantenendo un’ottima dinamicità, arrivano al cervello caldi come un marchio a fuoco! In questo disco ci sono comunque dei pezzi che rimangono più impressi di altri… parlo di “Uncle Sam” , “Urban Decdence” e “Politician”, quest’ultimo sfodera un’intro lento che ricade sulle orme dei gruppi come Bold, Chain of Strenght e una melodia tipica della scuola “Cappo”, per poi partire a razzo con un grande lancio… sicuramente la canzone più bella del disco!
Speriamo che altri grandi gruppi dal calibro Agnostic Front, ormai caduti nelle solite frequenze, riescano a dare segni di rinascita… perché Stigma & soci stanno già per rinascere!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbero interessarti anche ...