BREAKING THE SCENE 2

Dopo il primo volume uscito il dicembre scorso la Wipe Out Records si è messa subito al lavoro per produrre il secondo volume che ho tra le mani e con ho sentito con molto interesse e soprattutto con molta curiosità. Anche questa volta la Wipe Out ha cercato di dare spazio a gruppi poco conosciuti della scena punk italiana e straniera questa volta, molto coraggiosamente, non ha piazzato quelle 4-5 canzoni di gruppi più famosi che solitamente inducono la persona all’acquisto della compilation ma si è quasi totalmente affidata alle giovani band italiane ed è una cosa che le fa veramente onore. Nella compilation troviamo veramente punk a 360 gradi, cioè si passa dal pop/punk all’Hardcore, dall’emo al melodic hc, il tutto molto gradevolmente dato il buon valore della maggior parte delle band. Unico neo della compilation è il fatto che purtroppo la qualità di alcuni brani di alcune band è abbastanza bassa e ciò ne limita molto il valore. Consiglio caldamente l’acquisto di questa compilation caso mai vi capiti sotto le mani perché penso ci siano veramente canzoni di ottima qualità che non hanno nulla da invidiare a gruppi più blasonati e soprattutto perché vi porterà a conoscere band di cui ignoravate l’esistenza e che probabilmente vi meraviglieranno. Poi soprattutto noi italiani dobbiamo smettere di vedere l’erba del vicino sempre più verde e pensare che il punk straniero sia sempre migliore del nostro perché questa compilation è la dimostrazione che anche noi possiamo dire la nostra in fatto di punk!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbero interessarti anche ...