Punkadeka.it Questionario

Greatest Hits: disco d’esordio per gli Infiltrados!

‘Greatest Hits’ degli Infiltrados, è uscito venerdì 6 maggio per Duff Records. Ad anticiparlo due singoli, Oltre il limite e Paziente Zero. Prodotto dalla stessa band, con Recording e Mastering ad opera di Giorgio Tenneriello presso i Lambrate Sound Studios di Milano.

‘“Greatest hits” e’ anche l’album d’esordio degli Infiltrados, una raccolta di successi, o meglio di “magnifici casini” successi in questi primi anni della band di Milano. “Tutti e sedici i pezzi sono una testimonianza che riflette i vari cambi di line up, di umori, di suoni, di colori e di sudori e rappresentano il succedersi dei giorni e degli eventi che hanno permeato le atmosfere del disco”, racconta Stefano ‘Lauz’ Loi.

Ascolta Greatest Hits

Testi pieni di sarcasmo e autoironia che a volte con leggerezza, altre con grande introspezione, descrivono la quotidianità, mentre chitarra, basso e batteria si inseguono in una rabbiosa rincorsa punk rock che non lascia spazio ai rallentamenti.

“Oltre il limite”, primo singolo pubblicato, ha un solo imperativo: non fermarsi mai, nemmeno davanti all’inaspettato. Ironia e stoffa da tormentone punk permeano il secondo pezzo, “Timido”. La vita è fatta di equilibri e regole che facilmente si scontrano con la realtà, e il brano “Irragionevole” racconta proprio questa eterna lotta personale. Ricerca di evasione dai propri limiti e dal proprio orticello è la costante racchiusa in “Fuori di qua”. Ancora lotta e resistenza sono nell’animo del brano “Sopravvissuti”, mentre “Senza parole” esprime la sensazione che si ha davanti all’inaspettato e alla meraviglia tanto desiderata. “Dietro l’angolo” racconta il rischio di rimanere incollati alla routine e, appunto, a “La noia”. L’arma più potente per difendersi da tutto questo rimangono proprio le parole, in “Parole come artigli”. “Figlio disastro” gioca invece sulla sottile linea dell’autoironia, facendosi beffa dei facili giudizi altrui. “Distratto” delinea una società talmente presa dai ritmi frenetici da non rendersi conto di una realtà senza logica e piena di errori. Si prosegue poi sul tema della superficialità e della totale mancanza di stimoli, suggerendo, con sarcasmo, di mandare certi soggetti “Nello Spazio”. Rifiuto e scherno nelle parole di “Meglio tardi” e “L’ultima sigaretta”. Metafora di stanchezza e delirio generale è invece “Persi via”. Un problema è all’orizzonte a cui ricercare subito una soluzione e il “Paziente Zero” trascina con se una nuova realtà. Chiude il disco una splendida versione punk rock di “Quello che non ho” di Fabrizio De Andrè.

Bio

Quattro vite convergenti: un laureato in geologia con la passione per le Telecaster, un bassista dedito allo stile sonoro inglese, un fonico amante della buona birra e delle Gibson, un batterista rockabilly/blues rapito dal punk. Apparentemente distanti tra loro, ma con un tratto distintivo in comune: girano l’Italia suonando punk rock con lo pseudonimo di INFILTRADOS.

Con solo un EP di 8 brani pubblicato nel 2019, i quattro rockers hanno suscitato forte curiosità da parte di pubblico e addetti ai lavori, suonando diversi concerti, soprattutto nel nord Italia.

I membri degli Infiltrados hanno calcato palchi di importanti festival quali Radio Onda D’urto, Strummer Calling, Angry Brigade e condiviso il palco con le migliori realtà della musica punk e rock italiana e internazionale: Punkreas, Derozer, Shandon, Persiana Jones, Senza Benza, Rappresaglia, Pornoriviste, Ska-P, UK Subs, Subhumans, e tanti altri.

Gli Infiltrados collaborano stabilmente con Giorgio Tenneriello, talentuoso sound engineer di casa ai Rubattino Studios di Milano, dove hanno il loro quartier generale e dove hanno anche registrato una speciale versione acustica di “As Wicked” dei Rancid per una compilation benefica PGA (Punk Goes Acoustic) organizzata da Andrea Rock di Virgin Radio.

La band si è esibita in uno speciale live tributo a Joe Strummer di fronte ad oltre 1000 persone ed ha partecipato a diverse edizioni dello “Strummer calling” e del “Tributo ufficiale a Joe Strummer” suscitando parecchio interesse. Al momento, dopo la pubblicazione del disco di esordio, gli Infiltrados saranno in tour promozionale durante tutto il 2022.

Formazione

Stefano ‘Lauz’ Loi – voce basso cori

Dario’s Burning’ Brusa – chitarra cori

Andrea ‘Twist’ Oriani – chitarra cori

Vincenzo ‘Dna’ Di Nardo – batteria cori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato con tutte le news direttamente nella tua inbox!

Iscriviti alla newsletter, inserisci la tua email:

Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03) NO SPAM! Potrai disiscriverti in qualisasi momento.

Previous Article

PODCAST by RUDE84 - Episodio 23 Speciale Cock Sparrer

Next Article

Zombies No: guarda il video del nuovo singolo “War Lullaby”

Spotify Playlist
Potrebbe interessarti..
I PROSSIMI CONCERTI
Total
34
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!

Inserisci la tua email


Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.