JLK: Distorted Reality

Ottime news da Bologna Punk.
I JLK , quattro 20-21enni della zona di Castelguelfo/Bologna , hanno dato vita ad un debut mini cd 7 tracks dall’impatto sonoro veramente devastante.
Nati nel 2000 , hanno saputo creare un sound di una potenza inusitata ,nel quale alle iniziali influenze di certo hc melodico di scuola californiana (NOFX, LAG WAGON, NO USE FOR A NAME, BAD RELIGION ) si sono aggiunte via via inflessioni metal e emo.

Il risultato è di alto livello e denota già grande maturità compositiva e un’ottima tecnica strumentale. Alcune canzoni ( in particolare ‘Sleeping’, ‘But Now’ e ‘No Way’) mi hanno molto colpito per la facilità e la maestria con la quale la band riesce a inventare melodie molto efficaci che certo non sfigurano di fronte a quelle dei “maestri” americani del genere.
‘No Way’ in particolare è un brano che per la sua immediatezza “melodica” penso sarà apprezzato da molte persone innamorate del California sound. In certi stacchi disseminati lungo il mini cd mi sono venuti alla mente i migliori ADOLESCENTS del primo (grandissimo ) lp 1981.
Anche quando (come nelle due canzoni di apertura del disco) la band si avventura in territori più contaminati col metal l’insieme sonoro non ne perde, anzi, ne guadagna in complessità e multiformità stilistica. Forse le lyrics della band sono ancora un attimo non originalissime , ma posso assicurarvi che dal punto di vista musicale e dell’aggressività/potenza di fuoco sonora, i JLK hanno davvero un gran talento . Il disco in questione è già distribuito in Svezia, Olanda, Japan , UK , USA etc. etc. Dategli un ascolto, ne vale realmente la pena. Ottimi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbero interessarti anche ...