L’omaggio del punk negli anni a Ennio Morricone

Ennio Morricone, uno dei più grandi compositori è morto all’età di 91 anni. Celebre per le musiche dei film western di Sergio Leone e per tante altre colonne sonore, non ha mai scritto musica rock, eppure è uno dei compositori più apprezzati nella scena rock e pure punk. Fonte d’ispirazione per tantissimi grandi artisti, dai Metallica a Bruce Springsteen, solo per citarne alcuni, con le sue opere è riuscito ad arrivare ovunque: dalla televisione ai videogiochi, dallo sport ai concerti rock e punk.

I primi nel lontano 1981 furono i Clash che aprirono le date del “Sandinista Tour” sulle note del “Il buono, il brutto e il cattivo”. Nel 2013 a un’intervista per Sette (l’inserto del Corriere della sera), dichiarò di non conoscere i Sex Pistols e i Clash, ma conoscendo l’ironia del compositore è facile intuire che stesse scherzando, anche perché sempre la stessa colonna sonora era stata utilizzata nella intro del dvd documentario “The Essential Clash” del 2003.

Sempre nel 1981, anche i Motörhead aprirono i concerti del “No sleep ’til Hammersmith Tour” con lo stesso tema. E prima di loro furono i Dire Straits nel 1979 ad aprire l’album “Communique” con “Once Upon a Time in the West”: non una cover, ma un vero e proprio omaggio al compositore romano.

Ma torniamo nella scena punk, dove non troviamo solo i Clash!

Anche i Ramones hanno utilizzato i capolavori del maestro italiano: scegliendo “Il buono, il brutto il cattivo” come apertura dei loro show (L’album live “Loco live” registrato nel 1991 a Barcellona si apre infatti proprio così).  “L’estasi dell’oro” invece venne usata a chiusura di alcune loro performance live.

Tanti, ovviamente gli artisti della scena rock dei giorni nostri: come i Muse che hanno aperto le loro esibizioni sulle note di “C’era una volta il West” oppure i Mars Volta che invece hanno aperto su quelle di “Per un pugno di dollari”.

Più recentemente poi ritroviamo i Green Day che a partire dal “99 Revolutions Tour” del 2013, hanno iniziato ad aprire i loro show sulle note dei titoli di testa de “Il buono, il brutto, il cattivo” a cui fan seguire la dirompente “Know your enemy”

Molto probabilmente dimentichiamo qualcuno che ha reso omaggio al compositore italiano. Apprezzato non solo dagli artisti, ma anche dagli amanti del rock. Il segreto? Morricone nel libro intervista “Inseguendo quel suono” dichiarò che ai rockers piace da matti il Morricone western. Ma la realtà molto probabilmente sta nel aspetto armonico di quei pezzi composti di accordi semplici e in grado di avvicinarlo così tanto al mondo del rock e forse anche del punk più di quanto si possa pensare.

RIP ENNIO MORRICONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Article

LA SCENA SIAMO NOI - In sala prove dopo il lockdown! (video e playlist)

Next Article

ZEMAN: fuori "liberi da cosa" contro la repressione

Potrebbe interessarti..
Total
5
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!



Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.
X
X