THE VASTO: Thornado

Incredible ma vero! Giorni fa, in quel di facebook, stringo amicizia con dei ragazzi tali Pirs Grylls, Paolo Boch e Alessio Bolla Bollini, componenti di una band chiamata THE VASTO, che sforna un rauco urlante crossover hardcore!! Ora vi illumino, spiegandovi brevemente chi sono i 3 soggetti in questione: i The Vasto  si formano nell’estate del 2013 per volere di Pirs e Boch che avevano in precedenza imbastito il progetto, con l’arrivo di Bolla la band prende forma e l’intenzione è quella di privileggiare prettamente influenze derivanti dall’ hardcore SNAPCASEsiano. La scelta principale era quella di cercare un bassista, ma il gruppo era in costante mutazione e quindi decisero di rimanere in 3…il risultato?Senza un cazzo di basso si forma un gruppo PunkHc fortemente coeso ed estremamente determinato a dimostrare di non essere la classica band tradizionale.

Ma venendo alla discografia; i 3 di Argenta non hanno prodotto molto, all’attivo 2 EP autoprodotti più una partecipazione nella compilation “NEVER GIVE UP BFU CREW” hard-core compilation vol.1, sicchè  incuriosito me li vado ad ascoltare e tramite la loro pagina Bandcamp pigio play su una traccia chiamata “Thor/nado“…BOOOM!!!MAREMMA MAIALA e chi sono i Snapcase…stop stop, devo riascoltare l’intro perchè mi ha fatto salire la botta, stavolta però sistemo i bassi, sub acceso e play di nuovo…OOOH CAZZO e questi spaccano davvero…non ci voglio credere!!!Hardcore al fulmicotone, originale, personale, innovativo, il groove imperioso delle chitarre a voler quasi sfondare le casse o le cuffie dei nostri apparecchi uditivi; la sezione ritmica, tanto regolare e scolastica, quanto devastante e precisa, infine…be’, infine il cantato hardcore è sinonimo di urla belluine e ira adrenalinica e in questo caso Pirs ne è l’ interprete assolutamente principe.

Aimè putroppo solo 2 tracce, ma se il buongiorno si vede dal mattino…un buon motivo tutto da scoprire, se solo ci si sente per un motivo dentro l’animo hardcore….ne sono sicuro, presto li troveremo lì…scommettiamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbero interessarti anche ...