Punkadeka festival

Weekend svizzero con gli NH3 (29/30 marzo 2019 – Berna e Burgdorf/SUI)

Venerdì, 29 marzo 2019 parto direttamente da lavoro alle 13 e dopo più di sei ore tra varie fermate per bollini sia in Austria che in Svizzera raggiungo Zurigo. Cena da mia zia e verso le 21 ci avviamo in direzione Berna, dove arriviamo dopo circa un’ora e mezza di viaggio.

Capisco subito che il concerto degli NH3 al Dachstock Reitschule sarà particolare per me – perché no, lo ammetto, anche difficile. Tornare esattamente nel posto dove poco più di un anno fa, suonavano sempre gli NH3, in mezzo a noi c’era ancora mio papà, non è la cosa più facile. E infatti appena entrato gli penso ancora più spesso del solito.

Siccome non arriviamo presto e poi aggiungiamo anche le doverose quattro chiacchiere con gli Amici NH3, ci perdiamo entrambi i gruppi spalla. Ma quasi esattamente a mezzanotte sale sul palco la band di Pesaro che da qualche settimana è on tour per presentare il bellissimo nuovo album “Superhero”. Gli NH3 per me da anni sono una delle migliori live band in circolazione sia per la presenza sul palco, l’energia e anche quello che trasmettono con le loro canzoni. Anche stavolta confermano tutto quello che ho appena detto. Ancora una volta regalano al pubblico uno show spettacolare. La setlist è molto varia e contiene sia tracce del nuovo disco (come giusto che sia e vista la qualità di esso ci mancherebbe altro!) che i loro vecchi classici.

Il momento più emozionante è durante “Bella Ciao” dove a parte che la canta ad altissima voce tutta la sala, sembra di essere ad uno stadio viste le torce accese. Brividi veramente, tanto più per una band che weekend dopo weekend si spara un’infinità di chilometri per portare la sua musica in giro per l’Europa – ma che nello stesso momento non si scorda mai le proprie radici.

Quattro chiacchiere post-concerto e poi insieme al mio super Amico Lukas torno a Zurigo per dormire. La mattina facciamo tutto con calma e dopo pranzo facciamo un giro al bellissimo Lago di Zurigo. Un posto veramente stupendo!

Dopo cena invece ci avviamo verso il secondo concerto degli NH3 di questo weekend. In un’oretta abbondante raggiungiamo Burgdorf, sempre vicino a Berna. Dopo un po’ troviamo la Kulturhalle Sägegasse, location che non esiste da moltissimo. Stiamo un po’ insieme agli NH3 in backstage, ma facciamo in tempo anche per sentire qualche pezzo della Punk band svizzera Zirka. Mi rimane in testa soprattutto la bella cover di “Schrei nach Liebe”, pezzo famosissimo della storica Punk Rock band tedesca Die Ärzte.

Verso le 23 tocca nuovamente agli NH3. Ennesimo live-show potentissimo del gruppo di Pesaro che col suo Ska-Core ormai fa divertire e ballare la gente della nostra scena in mezza Europa e tra l’altro in alcune delle location più storiche. Se lo meritano davvero, vista l’energia e l’impegno che ci mettono in ogni cosa che fanno. Come al solito io dopo queste date dei gruppi italiani all’estero che al 99% vanno benissimo, tristemente mi domando: “Perché in Italia poi queste band si ritrovano a suonare davanti a pochi intimi?” È un vero peccato, e lo dico senza peli sulla lingua: è una sconfitta per la scena italiana mentre le band italiane all’estero stanno ottenendo successi importanti da anni.

 

Dopo il concerto salutiamo tutti al volo visto che la mattina dopo ci tocca partire non troppo tardi. Torniamo a Zurigo, dormiamo qualche ora, verso le 8.45 ci avviamo e verso le 14.30 arriviamo a casa. Stanchi dopo tanti chilometri percorsi, ma l’ennesima volta super felici per come è andato un altro bellissimo weekend con una band italiana all’estero. Perché seguire le nostre band all’estero e vedere quanto spaccano, quanto sono apprezzate, per me rimane sempre tra le cose più belle. GRAZIE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbero interessarti anche ...