Filippo Andreani alla Festa di Fronte Popolare

Filippo Andreani alla Festa di Fronte Popolare
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

E’ sempre bello quando nascono nuove realtà, attive e pronte a sostenere chi ne ha bisogno, è bello scoprire che dietro ci sono tanti ragazzi giovani e meno giovani che lavorano insieme, ed è stato splendido partecipare alla loro prima festa, l’evento è iniziato di giovedì con Il Complesso, venerdì ci sono stati i SOCS, io purtroppo sono riuscito a fare solo sabato e domenica, e vi racconto un po com’è andata.
Arrivo alla festa con la famiglia al completo verso le 19.30, si sente un buon profumo di grigliata e si respira una bella atmosfera tranquilla, anche se dietro ai banconi i ragazzi non si fermano un momento, vedo subito la tavolata di Filippo Andreani, che suonerà di li a poco, con quasi tutti i Linea (mancava Fulvio), Reb con Elena e i due bimbi, Franco il collega (fotografo amatoriale come me, ma lui è più bravo) e tanta altra bella gente, vado a salutare il mio amico Paolo, uno dei ragazzi del Fronte Popolare, e mi fermo a fare due chiacchiere con loro, con le facce sudate ma comunque sorridenti e contenti, di fianco alla festa ci stanno dando dentro col liscio ed i balli di gruppo e rende tutto un po più festa di paese, gradevole, anche se quando inizieranno a suonare di qua, la mazurka rovinerà qualche bel momento emotivamente carico, ma è scivolato tutto via con una bella risata.
Prendiamo da mangiare, i piatti hanno una faccia davvero invitante, qualche birra e qualche spassoso aneddoto raccontato da Fil ed è già il crepuscolo, inizia a suonare un duo che ripropone vecchi pezzi jazz, mi si perdoni l’ignoranza in materia, ma non ne conoscevo nemmeno uno, però mia figlia ha ballato come se non ci fosse un domani, una rapida sistemazione al palco ed eccoli sul palco, come detto a parte la batteria c’è la formazione al completo, con Franco Barbera al piano. Concerto per pochi, non bello per chi organizza e per chi suona, ma tutto è più disteso e rilassato, Filippo ci delizia con tutti i pezzi de “la prima volta”, la sua voce è ipnotica, un ultras, un punk prestato alla musica cantautorale, Franco ed i Linea sono come sempre impeccabili, Musicisti con la M maiuscola, e vanno fatti i complimenti anche ai ragazzi in regia, suoni perfetti. Fil ci regala anche due emozionanti perle che andranno nel nuovo disco, mi hai dato un’idea su come spiegare certe cose alla mia bambina amico mio, grazie! Il concerto si conclude con i pezzi degli Atarassia Gröp, PER SEMPRE BANDITI!!!

A fine concerto i dovuti complimenti a Filippo ed alla band, una bellissima serata musicale tra amici, ma i complimenti più grandi vanno a quelli di fianco che ci stanno ancora dando dentro col liscio, ficnhé c’è kukident c’è speranza!! Ci sentiamo domani per la serata conclusiva


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: