BOUNDARIES: Burying Brightness

Dopo un disco d’esordio che qui in Europa è stato notato ben poco, gli statunitensi Boundaries ci riprovano con quello che a tutti gli effetti è uno dei dischi metalcore più interessanti pubblicati nel 2022. “Burying Brightness” non deve però essere considerato come il classico disco del genere, ossia fatto di soli breakdown: il gruppo ha infatti dato spazio al proprio estro, arrivando a essere tremendamente attuali e al tempo stesso vecchia scuola, come? In primis nell’approccio: ascoltandoli si evince quella rabbia che trasuda da ogni singolo poro, dando ai testi dal mood decisamente dark il compito di ampliare ancor più il concetto. Un modo di pensare musica che ricorda molto i Knocked Loose degli esordi, quelli più affamati e senza freni. Tornando a parlare di estro, arriviamo quindi a parlare dell’evoluzione del genere metalcore, ossia in quelle forme – deathcore e beatdown – che i Boundaries hanno inserito nel loro songwriting senza troppa fatica. Parlare di deathcore per una band che sostanzialmente ha ottimi musicisti in line-up potrebbe essere una cosa normale, ma comunque sia fa sempre un certo effetto notare come riescano a passare da fraseggi tipicamente core a trame sonore intricatissime senza il minimo tentennamento. In chiave beatdown la scuola europea li ha sicuramente colpiti, portandoli a irrobustire il drumming sulla scia di un nome che credo tra le prime influenze dei Boundaries, i Malevolence. In chiusura “Burying Brightness” si dimostra un disco che potrebbe tranquillamente entrare nelle vostre playlist se soliti masticare queste sonorità, senza dimenticare che a novembre ci sarà per loro la prova del nove, ossia un tour europeo che li vedrà protagonisti all’interno del Never Say Die.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato con tutte le news direttamente nella tua inbox!

Iscriviti alla newsletter, inserisci la tua email:

Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03) NO SPAM! Potrai disiscriverti in qualisasi momento.

Previous Article

AZIONE DIRETTA: un assaggio del nuovo disco con "Curi 8"

Next Article

Roberto' alza la serranda: APRE IL NUOVO HELLNATION A BOLOGNA

Spotify Playlist
Potrebbe interessarti..
LEGGI TUTTO

THE AMMONOIDS: Devonian

Gli Ammonoids (in italiano “ammoniti”) sono molluschi cefalopodi, ovvero molluschi esclusivamente marini, tra i più evoluti, comparsi nel…
I PROSSIMI CONCERTI
Total
2
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!

Inserisci la tua email


Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.