Punkadeka 20 anni di DIY ...il libro

OFF WITH THEIR HEADS: Be Good

Fare meglio di “Home” non è affatto facile, diciamo pure quasi impossibile.Il nuovo lavoro della punk rock band di Minneapolis è uscito lo scorso Agosto per Epitaph Records e contiene 11 tracce di quel punk rock quasi minimale e molto potente che ha da sempre contraddistinto Ryan Young e soci.
I singoli lanciati per anticipare l’uscita, Disappear, No Love e la title track, avevano già reso l’idea di cosa sarebbe stato “Be Good”: un concentrato di chitarre super distorte, batteria martellante, basso potentissimo e rabbia mischiata a nichilismo che da sempre contraddistingue il controverso frontman.
Che Ryan Young non sia mai stata una persona sorridente nei confronti dell’esistenza è davanti agli occhi di tutti da un bel po di anni e pezzi come You Will Die Take Me Away rafforzano questa consapevolezza. Parlavamo di rabbia: che dite di Let it All e di Severe Errand e del dolore che emerge dal cantato come di consueto energico del frontman? La canzone più incazzata del disco è però la già citata No Love, col suo quasi growl e i suoi strappi vocali quasi Leftover Crack.
C’è spazio anche per la melodia di Trash It e per l’outro Death (a proposito di positività).
Non sarebbe stato facile fare meglio di “Home” dicevamo, ma gli Off With Their Heads ci sono andati vicini.

Tracklist:

Disappear
Be Good
You Will Die
No Love
Take Me Away
Tear Me Apart
Trash It
Let It All
Severe Errand
Locking Eyes
Death

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbero interessarti anche ...