POLYSICS: Hey! Bob! My Friend!

I Polysics sono un gruppo di Tokyo che si distingue subito, già dopo dieci secondi d’ascolto, la loro musica è un immenso concentrato di elettronica ed effetti che ben si lega con l’origine nipponica della band. Questo lp è una compilation che comprende brani del loro primo album “1st P” e del secondo “A.D.S.R.M.” (entrambi Deck Records/UK Progect, ’99), eccezion fatta per Sunnymaster che è dello stesso periodo ma inedita. Il gruppo è ora sotto la Sony con la quale ha pubblicato diversi singoli e i due album “Neu” (’00) e “Eno” (’01). Il primo brano “Hey! Bob! My Friend!” è proprio Sunnymaster, pezzo dalla sonorità spiccatamente orientale e che catapulta l’ascoltatore in una realtà a metà strada fra videogames, manga e circuiti elettronici. Il primo e superficiale ascolto può portare a definire la musica dei Polysics caotica, ma in realtà si tratta di un progetto basato su un attento e preciso utilizzo dei macchinari in perfetto sinergismo con gli strumenti più tradizionali (chitarra, basso e batteria). Il tutto assume una importante compattezza sonora che permette di lasciare emergere a tratti le chitarre e a tratti la componente elettronica. Alla luce di quanto esposto diventa un po’ difficile etichettare il gruppo che si può certamente definire techno-pop ma che nelle parti di chitarra rivela un background punk rivisto e posto in sintonia con le moderne tecnologie della band. I ritmi sono incessantemente sostenuti, la batteria viene supportata da drum-machines e la chitarra alterna ritmiche dai suoni puliti a parti con distorsioni ed effetti spiccatamente digitali. I cantati, non sempre presenti nei pezzi, tracciano brevi linee melodiche spesso deformate dal vocoder (Buggie Technica e Nice su tutte). Volendo citare i brani migliori vanno segnalati certamente proprio Buggie Technica, ma anche Married To A Frenchman, Monsoon e Pike (dalle arie arabeggianti). Tutta questa mirabile mostra di potenzialità applicate dell’elettronica compone questo disco di dodici canzoni per una durata complessiva di 33 minuti, una mezz’ora intensa e senza soste, che però può risultare un po’ monotona e perciò è meglio optare per un ascolto a pezzi. Consiglio finale: ponetevi con uno spirito critico privo di preconcetti prima di schiacciare il tasto play dell’hi-fi e poi cercate i mille spunti che questo disco offre. A voi il resto… Tracklist: Sunnymaster – Buggie Technica – Plus Chicker – Hot Stuff – Merried To A Frenchman – Eleki Gassen – Nice – Good – Monsoon – Pike – Poly-Farm – Modern.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Article

Lavori in corso

Next Article

Collabora con Punkadeka.it

Potrebbe interessarti..

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!



Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.