THE LOCUST: Plague Soundscapes

“Il suono è una specie di metafora del pensiero umano, e nella società capitalistica contemporanea postmoderna, la nostra musica è una riflessione su come il cervello dovrebbe funzionare allo scopo di sopravvivere: rapidi cambi di tempo, risoluzione velocissima dei problemi immediati e un tocco di bizzarria per fare combaciare il tutto”. Justine Pearson.
Non esiste miglior summa dell’ultimo lavoro della band di SanDiego,CA che esce per la Anti/Epitaph Rec. dopo un considerevole numero di EPs usciti su varie indipendenti americane. Già, una major di mainstream: orrore per i fans che li maledicono, delusi e gelosi della scena underground etc.
A ognuno le sue convinzioni… L’idea della band nasce intorno al 1995 dalle ceneri dei Swing Kids e dei Struggle e da allora la formazione ha avuto non pochi cambi e ricicli. Nel passato, anno calcato le vie del grindcore per arrivare fino a noi con questo nuovo disco: incidenti stradali, lamiere accartocciate, sirene di allarmi impazziti, e una voce che ricorda le arpie mitologiche. 23 pezzi in 20 minuti: per darvi un’idea, ci si mette più o meno lo stesso tempo a leggere e capire il titolo di una canzone, che ad ascoltare la suddetta.
Mi tornano alla mente i Napalm Death, ma, invece che metal, i suoni sono punk, post-rock. Mettono in fila riff spaziali di due secondi e urla notturne da mutanti postatomici, che strisciano in fogne di elettronica disumana.
I ritmi in generale sono frenetici, i pezzi istantanei – di solito al di sotto del minuto – brutalmente ultraviolenti e inzuppati di rumori fantascientifici e tastiere da invasione degli insetti giganti (oltre a basso, chitarra e batteria, Joseph Karam è addetto a sinths e modulistica).
Un disco scomodo e apocalittico, immediato e indigesto. Dal vivo al Bloom di Mezzago questo sabato 20 settembre, e il 21 a Bologna. Non so che altro dirvi: questo è il presente, anche se qualcuno lo considera ancora il futuro…

Web: www.thelocust.com (sentite il loop che vi accompagna mentre navigate!!!)
Track list:
1-Recyclable body fluids in human form; 2-Identity exchange program rectum return policy; 3-Solar panel asses; 4-Live from the russian compound; 5-Earwax halo manufactured for the champion in all of us; 6- Wet dreams war machine; 7- Listen, the mighty ear is here; 8-Who wants a dose of the clap?; 9-Teenage mustache; 10-How to become a virgin; 11-Anything Jesus does I can do it better; 12-Late for a double date with a pile of atoms in the water closet; 13-File under soft core seizures; 14-Practiced hatred; 15-Psst! Is that a halfie in your panties?; 16-The half-eaten sausage would like to see you in his office; 17-Pulling the christmas pig by the wrong pair of ears; 18-Can we get another nail in the coffin of culture theft?; 20-23 lubed up schizophrenics with delusions of grandeur; 21-Captain Gaydar it’s time to wind your clock again; 22-Priests with the sexuality trasmitted diseases get out of my bed; 23-Pickup truck of forty minutes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Article

Lavori in corso

Next Article

Collabora con Punkadeka.it

Potrebbe interessarti..

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!



Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.