BANDA BASSOTTI: L’altra faccia dell’impero

BANDA BASSOTTI: L’altra faccia dell’impero
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
BANDA BASSOTTI: L’altra faccia dell’impero

Tutto è successo così in fretta, quasi per caso, e si è passati dal mantenere una promessa fatta ai Negu Gorriak ad un disco di inediti in men che non si dica. Un disco totalmente nuovo della Banda, a sette anni da “Avanzo de Cantiere”, è evento da segnare sul calendario, e Sigaro e soci -già in piena forma sul recente live “Un altro giorno d’amore”- ce l’han messa tutta per non deludere le attese. Registrato con Kaki Arkarazo, e con chi altrimenti?, con tredici pezzi al solito densi di rabbia e denuncia”L’Altra faccia dell’Impero” è la prova di come il suono di Sigaro e soci si sia evoluto in questi anni pur non dimenticando le radici che li contraddistinguono. Un brano come l’iniziale “Il Palazzo d’Inverno”, con i fiati inseriti perfettamente in un pezzo nel classico stile del combo, valegià da solo quanto detto in precedenza, ma il resto del disco ci presenta altre faccie nuove del suono Banda Bassotti; “Famiglia Cristiana”, costruitasu un’andatura ska tradizionale, contagia fin dal primo ascolto, così come non mi sento di dar torto a chi definisce “Mezzi litri e canzoni” un grandepezzo. Nel solco della tradizione si muovono invece i due pezzi oi! street del disco, “Ghetto 02” e “Mayapan”, così come anche la rilettura de “Corridode Lucio Cabañas” ricorda da vicino la celebre “Carabina 30/30”. Sui testi si potrebbe dire molto, ma basti pensare che i temi sono sempre quelli carial gruppo come, ad esempio, il processo-farsa sulle morti a Marghera oppure il nostro amato presidente del consiglio, preso in giro a dovere in “Una storia italiana”. L’avevo già detto al gruppo a settembre; la Banda Bassotti ha ri-occupato un posto che in questi sei-sette anni di stop nessuno aveva rioccupato, e questo ottimo lavoro non fa che confermare quanto detto; l’attesa è stata ampiamente ripagata, bentornati.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: