BECAUSE THE BEAN: La catena Umana

BECAUSE THE BEAN: La catena Umana
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
BECAUSE THE BEAN: La catena Umana

DOPPIA RECENSIONE

Finalmente i reggiani Because The Bean, in attività dal 2004, approdano al loro primo full lenght, grazie alla collaborazione di diverse etichette indipendenti.
Berta, Feddi, Scacco e Cocco (ex FFD e Klasse Kriminale) propongono un ottimo album di Punk HC composto da 11 pezzi.

L’opener “La catena umana” è un gran pezzo con influenze americane di metà ’80, che trascina l’ascoltatore in un maelstrom di riffs scarni e graffianti, sino ad arrivare a  “Because The Bean”, unico pezzo cantato in inglese.
Si continua con pezzi più “impegnati” (vedi “Amaro Ritorno” e “Italiano Medio” – della serie altro che Articolo 31) passando per divertissement come “Buttafuori” o “Rum e cocaina”.
Un disco sentito e sudato come da tempo non mi capitava di sentire.

Una band che contribuisce a far onore alla scena Punk/HC del nostro Paese.
Da ascoltare e sostenere.
Voto 8/10
(a cura di Davide)

I Because the Bean sono una giovane hardcore band di Reggio Emilia, non mi è mai capitato di vedere una loro esibizione, però i ragazzi mi hanno mandato questo cd, che seppur non mi entusiasma, risulta avere degli spunti per lo meno incoraggianti.
Onestamente devo dire che conoscevo già la band, anni fa il Devil mi aveva dato un cd live della band, lui li trovava interessanti, io ero molto più freddino, e quando avevo sentito il promo di questo loro cd “La Catena umana”, ne ero rimasto incuriosito, senza eccedere in eccitazione.

Il cd è stato prodotto da diverse etichette indipendenti, “Bertani dischi e salami” in primis. Il cd contiene 11 pezzi di punk-hardcore, testi in italiano con canzoni che convincono per energia e lucidità, ed altre che finiscono in temi a me poco vicini.
Molto belle “La catena umana” e “L’italiano medio” che affrontano realtà sempre più odierne, mentre il mio interesse cala molto quando sento canzoni come “Rum e cocaina” o “Buttafuori”. Bisogna dire che comunque qui davanti si ha un cd che esprime pensieri, i contenuti ci sono, i testi ne sono la dimostrazione, e a dire la verità, a me piace eventualmente criticare i contenuti degli album, purtroppo in questa scena spesso non c’è nulla da criticare causa mancanza di contenuti.

Devo dire, che ai primi ascolti il prodotto non mi soddisfaceva per nulla, ma dopo ripetuti ascolti temi come “L’uomo di gomma”, che colpisce buona parte dei ragazzini che seguono questa musica, e “Viscidi” che attacca ferocemente il mondo cattolico riescono nella comunicazione cd/ascoltatore. Buon lavoro, ottimo inizio, “mai fermarsi però”.
Voto:3/5 case 
(a cura di Perno) 

Tracklist:
01. La catena umana02. Because the bean03. Amaro ritorno04. Butta fuori05. Catrame letame06. Rum e cocaina07. L’italiano medio08. L’uomo di gomma09. Viscidi10. Nebbia11. Acid house


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: