CRUMMY STUFF: The Way we listen to…

CRUMMY STUFF: The Way we listen to…
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
CRUMMY STUFF: The Way we listen to…

Con l’inizio della collaborazione tra l’Ammonia Records e la V2, i cd prodotti dalla nota label milanese avranno una distribuzione di tutto rispetto, comincia così un rapporto piuttosto particolare e inusuale… un’etichetta indipendente distribuita da una Major (Sony music). Eccoci ad una delle uscite più fresche: “The way we listen to..” della storica band milanese dei Crummy Stuff. Vi è mai capitato di volere sentire, riadattare, capovolgere, storpiare o migliorare delle canzoni a cui siete affezionati? … i Crummy Stuff l’hanno fatto in quest’album; infatti “The way to listen to..” è il nuovo modo di ascoltare in chiave ovviamente punk, brani dei Police, dei Pixies, degli Ac/Dc, dei Jam, degli Husker Du, dei Duran Duran o dei R.E.M.Tutti i pezzi sono molto riusciti, chi più o meno simile all’originale, chi più o meno stravolto dalla nuova versione. I migliori a parer mio sono “You shock me all night long” degli Ac/Dc (presente anche sulla compilation “Come back in black”), “Talking Heads” degli Psyco Killer, “Do the Pop” dei Radio Birdman (che ha fatto anche parte del tributo alla band), “Summer Fun” dei Barracudas e brani come “Planet Heart” dei Duran Duran che non avrei mai immaginato di ascoltare in “PunkRock Style”, oltre a questi, anche gli altri pezzi sono di sicuro effetto e colpiranno positivamente l’ascoltatore…La traccia video della cover di “We Want the Airwaves” dei Ramones fà da ciliegina sulla torta… dato il prezzo raccomandato di soli 11,50 euro (alla faccia delle Major) non potete farvelo scappare!


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: