THE STRANGLERS: Norfolk Coast

THE STRANGLERS: Norfolk Coast
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
THE STRANGLERS: Norfolk Coast

Sabato, 15 novembre 2003: il buon JJ Burnel, fondatore e bassista degli storici Stranglers, ci fornisce un “Electronic Press Kit” contenente tutte le informazioni riguardanti il loro ultimo album “The Norfolk Coast!! Possiamo quindi fregiarci di avere per le mani un’anteprima di quelle notevoli, dato che l’album uscirà il prossimo 16 febbraio!! E, notizia delle notizie, uscirà per la major EMI! Proprio quell’etichetta che tanto li rese famosi nel 1977 e con la quale ci furono degli scazzi da antologia…un ritorno al fulmicotone dunque…
Partiamo dalla copertina … i cinque “Meninblack” vestono più nero che mai!! In piedi su degli scogli, fissano trucemente l’ignaro ascoltatore, mentre alle loro spalle si fondono il burrascoso mare e il nuvoloso cielo d’Albione.
Il kit elettronico comprende una presentazione della line up, ormai stabile da anni, una video-presentazione del nuovo album in cui ogni membro della band esprime le proprie sensazioni, una dettagliata biografia degli ultimi due anni della band, delle foto promozionali, le date del tour di supporto agli UB40 (!) e i contatti necessari …ma la musica? C’è, eccome! E cinque estratti di poco più di due minuti l’uno fanno davvero venire l’acquolina in bocca!
“Long black veil” è un capolavoro di melodia romantico-decadente: potrebbe essere la colonna sonora ideale per Dorian Gray che si ammira allo specchio…(ormai Paul Roberts ci ha dimostrato ampiamente di essere in grado di non far rimpiangere troppo il leggendario Hugh Cornwell alla voce)…”Big thing coming” è, secondo JJ, il brano che ha dato la direzione da seguire per l’album: potente, aggressiva e contenente tutte le classiche caratteristiche del sound degli Stranglers, in particolare il basso pulsante e i velocissimi arpeggi di tastiera. “Into the fire” sembra uscita direttamente da “Black and white”…chi conosce la band sa cosa intendo…la voglia di giocare con il dinamismo vocale è qui sfrontata! “Tucker’s grave”, onirica al punto giusto, è un incrocio fra i Doors più evocativi e certe atmosfere puramente wave…qui l’organo Hammond è da brividi! “Norfolk coast”, infine, è qualcosa di estremamente potente: gli echi “nordici” di “The raven” sono percepibilissimi…sembra di solcare le gelide acque del nord con un drakkar vichingo o un veliero pirata!
Che dire? Gli Stranglers ci lasciano davvero la voglia di avere per le mani l’album completo, un album che segnerà sicuramente un momento importantissimo nella carriera della band: due anni di lavoro intenso daranno certamente i frutti sperati! E la co-produzione di Mark Wallis (U2, Talking Heads, Travis) e dell’ex batterista dei Ruts, Dave Ruffy, rende il tutto davvero superiore ad ogni aspettativa!
Visitate il sito ufficiale www.stranglers.net e tenetevi aggiornati! Gli Strangolatori sono tornati e questa volta non avranno pietà di nessuno!


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: