Punkadeka.it Survive 2021

ALKALINE TRIO

“…Il pubblico guarda, e canta, estasiato, e l’ingresso delle tastiere, che ogni tanto fanno capolino dal retro palco, ci sembra che aggiunga davvero una marcia di espressività in più. Un’ora e un quarto senza quasi mai fermarsi…”

 

ALKALINE TRIO / FORTY WINKS live @ Transilvania live 17/02/06

Pochi giorni dopo San Valentino un Transilvania live pieno all’80% attende l’esibizione degli Alkaline Trio, mai passati da queste parti dopo l’uscita dell’ottimo “Crimson”.

A scaldare l’atmosfera ci pensano i Forty Winks. Definire “promessa” il combo bolognese suona ormai ridicolo, tant’è che nel poco tempo a disposizione dimostrano tutto il loro valore. Come ha giustamente fatto notare un amico “sono troppo bravi per avere successo in Italia”; speriamo lo trovino altrove.

Quando, dopo un veloce cambio palco, tocca ai protagonisti della serata si parte subito in quarta: una “Back to Hell” veloce e potente che infiamma subito la platea. MattSkiba e Daniel Andriano ci sembrano in buona forma nonostante i problemi avuti per esserci in orario, Derek Grant si conferma come il miglior batterista mai avuto dal trio e il concerto scorre via veloce.

La scaletta dosa bene successi recenti e pezzi più vecchi per non scontentare nessuno; si passa così dall’immancabile “Mercy Me” -che ogni tanto fa capolino anche nei network televisivi (finalmente)- a “Private Eye”, fino alla conclusiva “Radio”.

 

 

 Il pubblico guarda, e canta, estasiato, e l’ingresso delle tastiere, che ogni tanto fanno capolino dal retro palco, ci sembra che aggiunga davvero una marcia di espressività in più. Un’ora e un quarto senza quasi mai fermarsi ed il concerto finisce, il pubblico che defluisce sulle note di “Born to Run” (e se non sapete di chi è rimediate subito!) prima e dell’immenso Mike Ness (“Don’t Drag MeDown” se non ricordo male) poi ci sembra esausto ma contento, e anche il banchetto a prezzi umani -CD a 10euro e magliette a 15- ci sembra che contribuisca alla riuscita dell’evento.

Personalmente preferisco il Trio Alcalino in studio, dove possono giocare di più con arrangiamenti e atmosfere, ma anche la versione decisamente più solida e secca del live li conferma come uno dei migliori gruppi che il “punk” offre al giorno d’oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato con tutte le news direttamente nella tua inbox!

Iscriviti alla newsletter, inserisci la tua email:

Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03) NO SPAM! Potrai disiscriverti in qualisasi momento.

Previous Article

DUFF

Next Article

MELT

Potrebbe interessarti..
LEGGI TUTTO

RAZZAPPARTE

 Chiudiamo l’anno in bellezza con l’intervista ai Razzapparte Oi! Band viterbese nata nel 1995, hanno all’attivo moltissimi concertied…
I PROSSIMI CONCERTI
Total
0
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!

Inserisci la tua email


Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.