Intervista agli IGNITE – Nuova voce per un disco bomba!

La storica band punk HC californiana Ignite torna con un nuovo disco bomba dopo l’addio dello storico cantante Zoli. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con il nuovo cantante Eli Santana su punk, metal e Zia Vivienne del Prince di Bel’Air. E tra poche settimane potremo rivederli dal vivo al Punk in Drublic

Ehi Eli, benvenuto a Punkadeka! E’ un piacere conoscerti, per prima cosa puoi presentarti?

Ciao, grazie mille per averci ospitato;  è un onore e un piacere. Sono Eli Santana di San Diego, California e sono il lead vocalist degli Ignite.

Com’è essere il nuovo cantante degli Ignite, storica band punk Hc e sostituire Zoli?

Vorrei dire che è un sogno che si avvera, ma ricoprire quel ruolo era al di là delle mie capacità di sogno. Essendo un fan da decenni, ero solo felice di bere una birra con Craig (batterista degli Ignite) quando ci siamo incontrati. Entrare a far parte di un gruppo così storico di talentuosi musicisti che ho ammirato per anni ha superato ogni aspettativa. È stata un’esperienza straordinaria che non scambierei per nulla.

Noi di Punkadeka.it crediamo fortemente che “Our Darkest Days” sia forse il miglior album Melodic HC degli ultimi 20 anni. Come è stato unirti agli Ignite? Come hai affrontato questa sfida?

Beh, condivido in pieno quello che pensate di “Our darkest days”. Sono fan degli Ignite dai tempi di  “A Place Called Home”, ODD li ha semplicemente consolidati come leggende per me. In realtà non ho pensato molto all’entità della situazione quando ho avuto l’opportunità di fare un’audizione, ero solo ansioso  di registrarmi cantando alcuni classici di ODD e vedere cosa potevo aggiungere da solo. È stato molto divertente in realtà. Dal momento che faccio un po ‘di lavoro di recitazione e audizioni abbastanza spesso, sono abbastanza bravo a non affezionarmi alle cose, non importa quanto sia fantastica la possibilità fino a quando non è  una realtà. Ma quando mi sono state rispedite due nuove canzoni dopo la mia audizione iniziale, sono rimasto sbalordito e  dovevo assolutamente far parte di questo album. Quindi ero più concentrato sul fare bene alla band e ai fan per aiutare a scrivere il prossimo capitolo per l’eredità di Ignite. Ho affrontato la sfida lavorando sul mio, sul nuovo materiale e passando attraverso l’intero catalogo analizzando tutto come un musicista non solo un fan che si gode i brani.

 

Perché hai deciso di passare da una band Metal a una Punk band? Devo confessarti, non conoscevo la tua band (a me il metal fa cagare te lo confesso), ascoltavo la tua musica ed ero un po’ dubbioso considerando che Zoli ha un timbro vocale davvero unico. Finora, come sono state le reazioni della vostra fanbase?

Non c’è stata davvero una decisione di passare da un genere all’altro. Non vedo davvero la musica in categorie così chiare. In realtà c’è molta influenza degli Ignite nella musica degli Holy Grail. E capisco perché a certe persone non piace il metal, ognuno ha i suoi gusti con cui si sente a proprio agio.

Una delle cose che amo dell’essere un cantante è che ognuno nasce con il proprio timbro vocale unico, devi solo adattarti al meglio. Mentre una chitarra suona sempre uguale piu o meno, quando qualcuno ti sente cantare di solito non c’è dubbio che sei tu. Ho sempre avuto un’attitudine molto punk nei confronti della musica sin dal primo giorno; Mi sento a mio agio nel mettere a disagio le persone. Quella mentalità unita a un nuovo album di cui non potrei essere più orgoglioso con musicisti straordinari mi ha fatto sentire dannatamente invincibile. Ma da quando sono usciti i nuovi singoli e abbiamo suonato un paio di show, la risposta dei fan è stata sorprendente. Così tante persone sono state così accoglienti e calorose che sono ispirato a lavorare molto più duramente per i nostri fan, sono incredibili.

Cosa possono aspettarsi i tuoi fan dal vostro nuovo album? Pensi che saranno in grado di accettare questo cambiamento come quando Zoli sostituì Jim di Pennywise?

I fan possono aspettarsi molta grinta e aggressività, musicalmente e nei testi. Brett, Nik, Kevin e Craig hanno dato il massimo scrivendo questo album. È molto più oscuro di qualsiasi cosa Ignite abbia mai pubblicato prima secondo me. Questo album avrebbe mostrato una crescita piuttosto drastica, indipendentemente da chi fosse stato alla voce. Questo è in realtà ciò che ho sentito quando ho sentito per la prima volta alcune delle demo, questi tizi non avevano paura di spingere alcuni limiti. Ma non c’è dubbio che si tratti di un disco di Ignite. Soprattutto con Cameron Webb (produttore di lunga data degli Ignite) che conosce benissimo la band.

Una cosa che ho imparato nella mia vita è che ci saranno sempre persone che non affrontano bene il cambiamento e, indipendentemente da ciò che viene loro presentato, arriveranno con l’idea preconcetta che non gli piacerà. E ti confesso che anche io faccio lo stesso errore ogni tanto. Non ho mai dato una possibilità all’attrice che ha sostituito zia Viv in “Fresh Prince of Bel Air”. Quindi, se le persone non sono d’accordo con me che canto per gli Ignite, forse verranno in giro per il prossimo album o quello successivo. Non posso controllare come le persone si sentono o come reagiscono, ma hanno diritto a qualsiasi sentimento o reazione. Ci sono anche molti fan della musica là fuori che non hanno ancora sentito gli Ignite e questa band merita di raggiungere anche quelle persone.

 

Punk e Metal hanno due fanbase ben distinte. Quali sono le principali differenze che hai potuto vedere finora? C’è qualcosa che ti ha sorpreso? Pensi che sarai in grado di convincere alcuni fan degli Holy Grail ad amare Ignite?

Ci sono molti fan del Metal e musicisti che hanno radici Punk, quindi ci sarebbero molti Metalhead che si vantano dei loro inizi punk per credibilità. Questo è qualcosa che sicuramente non va in entrambe le direzioni la maggior parte del tempo, haha. Ho notato una mancanza di “Fret Watchers” nella comunità Punk;  I “Fret Watchers” sono persone che vanno agli spettacoli solo per criticare l’abilità di suonare dei musicisti. Non ho iniziato a sentire la mancanza di quei ragazzi.

Conoscevo la scena metal e cosa fare, la scena Hardcore la vivo da quando ero un adolescente, ma ammetto mi ha sorpreso il senso di comunità della scena punk.

Ad esempio, ho detto prima che ci saranno persone che temono il cambiamento, quindi ci saranno fan degli Holy Grail che vogliono sempre e solo che io sia il ragazzo degli Holy Grail. Ma la maggior parte degli amici che ho fatto attraverso gli Holy Grail stati estremamente felici per me e di supporto. Ce ne sono stati una quantità sorprendente che erano già fan di Ignite.

Ad esempio, ho avuto modo di lavorare al film dei Foo Fighters, “Studio 666” e il regista, BJ McDonnell, un grande appassionato di musica metal e fan degli Holy Grail, era molto felice quando saputo avrei preso il posto di Zoli. Quindi vedremo, ad esempio ci sono fan degli Holy Graal a cui non piace nulla di ciò che abbiamo fatto dopo il nostro primo album.

Considerando le radici ungheresi di Zoli, la band ha diverse canzoni che sono in ungherese. Hai già iniziato a impararlo? Quali sono i piani di Ignite per il prossimo futuro? Tra poco verrete in Europa e in Italia per il Punk in Drublic, come la state vivendo?

Non ho iniziato a imparare l’ungherese, ma sono sempre pronto per una sfida. Sono stato in Ungheria solo una volta ma mi è piaciuto molto, non vedo l’ora di tornare. E questa domanda mi ha ispirato ad accelerare il processo di apprendimento. Quindi contaci, magari potrei semplicemente fare la nostra prossima intervista in un dialetto ungherese sud-orientale.

I piani per il prossimo futuro sono di pubblicare il disco e mettersi in viaggio per promuoverlo a piu non posso. Come sai verremo d voi in Europa questo maggio nel tour Punk in Drublic con NOFX e Pennywise. Quindi spero di vederti lì, Covid permettendo. E sì, il Covid può tornare all’inferno.

 

Questo spazio è per te per salutare i lettori di punkadeka.it

 

Grazie mille per averco dedicato del tempo a leggere degli Ignite e sostenere la musica punk. Stay safe e spero di incontrarci presto ad un festival o concerto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato con tutte le news direttamente nella tua inbox!

Iscriviti alla newsletter, inserisci la tua email:

Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03) NO SPAM! Potrai disiscriverti in qualisasi momento.

Previous Article

Membri di MXPX, BAD COP/BAD COP e ZEBRAHEAD lanciano la cover di "Nothing in The Dark" dei MERCY MUSIC

Next Article

MIDDLE FINGER: fuori il primo singolo "la voce dei ragazzi"

Spotify Playlist
Potrebbe interessarti..
I PROSSIMI CONCERTI
Total
2
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!

Inserisci la tua email


Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.