Amiamo QUESTI lunedì…notte hardcore punk al Baraonda (10/07/17)

Amiamo QUESTI lunedì…notte hardcore punk al Baraonda (10/07/17)
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

…se devo essere sincero avevo un po paura del Baraonda mezzo vuoto…ma la scena dimostra di essere più viva che mai ed al mio arrivo, 10 minuti prima dell’apertura, ci sono già un sacco di kidz che combattono contro le zanzare, trovo subito Max e la Chiara, ed alla spicciolata iniziano ad arrivare mille facce più o meno conosciute. La serata me la pregusto da mesi, Bull Brigade e Agnostic Front, ovvero due super potenze street punk e NYHC in uno dei miei posti preferiti, dove torno sempre volentieri e dentro ci sono dei FRATELLI ai quali voglio un sacco di bene per centinaia di ragioni.
Alle 21.00 puntualissimi aprono le porte e c’è una piccola fila per entrare, nel tardo pomeriggio viste le condizioni meteo di merda i ragazzi sono stati costretti a smontare la strumentazione in esterna ed a rimontarla all’interno e sono già abbastanza provati, ma un sorriso per tutti ce l’hanno sempre, tra una minchiata e l’altra arriva credo una macchina di gente poco desiderata, prontamente rispedita nella fogna…sorvoliamo e andiamo avanti che di cose da raccontare ce ne sono…le solite quattro parole col Bolzo e la Manu, sempre presenti, Enrico che da poco s’è trasferito a Milano e ci aiuta ad ammazzare le zanzare, la Dali presa al bar, ciurme di scappati di casa da Bologna e ovviamente Torino, insomma stasera ci siamo quasi tutti ed è bellissimo vedere così tanta gente alle 21.30!
Pochi minuti ed iniziano i Bull Brigade, abituato a vederli headliners, trovarmeli in apertura fa strano, ma loro (non avevo dubbi manco a volerli cercare) suonano come sempre con enorme passione e foga, inutile ricordare che sono musicisti eccellenti, l’ho già scritto in mille occasioni ed anche oggi lasciano a bocca aperta i kidz, scaletta un pochino ridotta ma bella ricca e pescano dai due dischi indistintamente le perle che li hanno resi il gruppo che oggi incendia i palchi di mezza Europa. Livello di emotività top con la struggente “troppo distanti” e si conclude uno dei migliori concerti dei torinesi…fino al prossimo. Pubblico all’inizio un po freddino, ma dopo due pezzi già bello carico e molesto, tante braccia al cielo, litri di sudore, mentalità.
Dentro intanto c’è un clima sull’umidiccio andante che Vietnam levati, ma noi siamo qui per un concerto hardcore e se non sudi godi solo a metà. Il cambio palco dura giusto il tempo di prendere una birra per recuperare qualche liquido, ed ecco salire la leggenda del NYHC che parte subito in tromba, mi sembrano tutti abbastanza in forma anche se la voce di Roger non mi pare ai livelli di qualche anno fa, fatto sta che la grinta non gli manca ed a guardarli sembra che si stiano divertendo, soprattutto Vincenzino, che interagisce tantissimo coi kidz. Purtroppo salta la luce due volte, ma in pochi minuti i ragazzi del Baraonda ripristinano tutto e l’ora e mezza di concerto fila via fin troppo veloce, e si conclude con l’omaggio ai punkrockers newyorkesi per eccellenza. Siamo tutti stravolti, sudati a merda e felicissimi, mi sarebbe piaciuto fermarmi un po ma purtroppo da li a poche ore la sveglia suona e mi tocca salutare.
Che dire? Un Baraonda così pieno di lunedì sera fa sempre bene al cuore ed agli occhi, chiaro che stiamo parlando di due gruppi che solitamente riempiono i locali come se nulla fosse, ma ho la certezza che la nostra amata scena goda di buona salute.
Per finire ringrazio di nuovo chi si è fatto in mille per far andare tutto liscio, su tutti Ale MobSound ed Hard Staff e tutto il Baraonda, per averci regalato una serata davvero indimenticabile!


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >