ENEMY ALLIANCE

ENEMY ALLIANCE
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

Band formata da membri di storici gruppi svedesi come Satanic Surfers e Venerea, dopo un cd-split fresco di stampa, arrivano n Italia a Novembre per due imperdibili concerti!

 

 

Iniziamo come sempre con le presentazioni… chi sono gli Enemy Alliance?

 

Flygare: Siamo delle vecchie scorreggie, che hanno unito le forze con alcune scorreggie più giovani, con l’intenzione di produrre il miglior punk/hc di sempre. No, seriamente, siamo cinque ragazzi che hanno suonato in giro parecchio e che non vedevano l’ora di iniziare qualcosa di nuovo. Principalmente per divertirci, ma con l’ambizione di arrivare il più in là possibile, concentrandoci sukka band al 100 e non con l’idea che fosse solo un side-project!

 

Come è nato il progetto Enemy Alliance? Raccontateci come avete iniziato, di chi è stata l’idea etc..

 

Flygare: Nell’autunno del 2005, i Satanic e i Venerea hanno suonato insieme in tour, girando la maggior parte dell’Europa e in seguito il Giappone. In questo periodo è nata l’idea di creare una nuova band che avesse un approccio un po’ diverso. Io era da un po’ che pensavo di focalizzarmi esclusivamente sulla voce, così come Rodrigo voleva ritornare a suonare la batteria e non a cantare. Abbiamo suonato davvero per tanto tempo con le nostre vecchie band  e sentivamo davvero il bisogno di creare qualcosa di nuovo e con nuove persone, per combattere la noia e la stagnazione.  Sentivamo inoltre che era il momento di seppellire l’ascia di guerra tra le due band, troppo a lungo divise da rivalità. (questa è un’altra storia). Cosa ci può essere di meglio se non unire le nostre forze? Così ci siamo alleati ai nostri peggiori nemici, e siamo diventati amici negli “Enemy Alliance”.

 

Nel vostro sound avete riportato influenze delle vostre passate esperienze (Satatnic Surfers, Venerea) o avete voluto sperimentare qualcosa di nuovo?

 

Flygare: Naturalmente, abbiamo un bagaglio che ci portiamo dietro da diversi anni, e sono sicuro si possa sentire nelle nostre canzoni. Ma il nostro obiettivo è semplicemente scrivere buone canzoni il più possibile, senza doverci attenere per forza ad un certo tipo di sound. Credo che gli E.A. hanno un approccio molto più hard core, ma come ho detto, non ci imponiamo che la nostra musica debba  suonare in un certo modo.

 

 

“The new wind and the second wave” è il titolo dello split, un titolo azzeccatissimo, raccontateci come è nato?

 

Flygare:Fondamentalmente veniamo tutti da band della scena mid 90’s, in altre parole, vecchie scorreggie cercano di trovare nuova vita nella scena di cui hanno fatto parte per molti anni.

 

Rodrigo: Il titolo è una specie di scherzo. Io e Andy, il bassista dei Satanic Surfers, stavamo parlando delle nuove band melodic punk della nostra scena, tra cui gli ENEMY ALLIANCE e gli INDECISION ALARM. Andy ha voluto fare un intervista per un magazine con alcune di queste band e ha intitolato l’articolo “The second wave”…così da quella discussione  è uscito il titolo del CD! Penso poi di aver preso il “new wind” da una vecchia canzone dei 7 Seconds.

Ma molto onestamente, ho chiamato lo split “The new wind and the second wave” tanto per fare una battuta…ahahah…credo che Robert (il grafico, ex batterista dei Satanic, nrd) abbia pensato fosse divertente, così lo ha scritto.

 

5 parole per descrivere il cd.

 

Flygare: Punk hardcore melodico con testi politici (ops…sono sei parole, scusa)

 

Il vostro cd di debutto è uno split con The Indecision alarm, cosa ci raccontate di questa band?

 

Flygare: Ne fanno parte tutti i membri fondatori di una leggendaria band svedese, gli ADHESIVE (eccetto Niclas, il chitarrista). Una “kick-ass” band melodica con un suono personale e grandissimi testi. E grandissime persone!

 

Rodrigo: Ho conosciuto alcuni di questi ragazzi, quando ho suonato con gli Adhesive. Abbiamo sempre pensato di fare qualcosa insieme con i Satanic, tour e altro! Geir è venuto in tour diverse volte con noi Satanic, aiutandoci sul palco, bevendosi tutte le birre e così via. Dato che avevamo messo su due nuove band entrambi, abbiamo pensato che lo split fosse un modo fantastico per iniziare!

Ho sempre considerato gli Adesive una delle band melodic punk svedesi più sottovalutate. Ci sono un casino di band che si prendono tutti i meriti, mentre alcune delle migliori persone e migliori band in assoluto, sono lasciate fuori! Io amo quel che gli Indecision Alarm stanno facendo musicalmente e spero che si ritrovino l’attenzione che meritano, essendo una grandissima band e dei ragazzi genuini e sinceri!

 

E’ previsto un full-lenght prossimamente?

 

Flygare: Sicuro. L’obiettivo è di pubblicare un disco all’inizio del nuovo anno. Vogliamo che questo sia il prossimo passo per la band. Siamo tutti concentrati sugli E.A., affrontando il tutto nel modo più serio possibile.

 

 

Come trovate l’attuale scena punk svedese? Quali sono i cambiamenti sostanziali dalla metà degli anni 90 (quando imperavano Stanic e Venerea)?

 

Flygare: La scena oggi è la migliore di sempre. In qualche modo siamo tornati indietro, quando c’eravamo solo noi in Svezia. Ci sono festival 100% punk/hc e un interesse crescente verso la musica rispetto al passato. La più grossa differenza penso sia che le persone sono interessate al punk in generale, non solo a certe sonorità (come lo skate punk, l’old school o che ne so). Ho notato che quelli coinvolti nella  scena di oggi sono coinvolti in maniera più genuina, più coinvolta che negli anni 90.

 

A Novembre sarete in tour in Italia,.. inventatevi uno spot per invogliare il pubblico a venire a vedervi.

 

Flygare: Ha ha. E’ Novembre, freddo, pioggia, tristezza in generale. Quale modo migliore per passare il tempo, se non un concerto punk?

 

Spazio libero… diete ciò che volete…

 

Flygare: Grazie dell’intervista. Non vediamo l’ora di salire sul furgone di nuovo a Novembre. Venite a vederci e a divertirvi con noi!


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: