HARDDISKAUNT: Ed è subito party!

HARDDISKAUNT: Ed è subito party!
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!
LoadingAggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti!Consulta la tua lista degli articoli preferiti        

HARDDISKAUNT: Ed è subito party!

Con l’arrivo dei primi temporali autunnali aumenta la nostalgia per l’estate appena passata, e quale miglior modo per lenire il dolore di un disco solare? A questo ruolo si candida agevolmente l’ultima fatica degli Harddiskaunt, programmaticamente intitolata “Ed è subito party” ed uscita per Supple / Self. Com’è facile intuire dal nome la loro è una miscela di ska disimpegnato e trascinante e reggae-dub in italiano. Le liriche sono per lo più scanzonate e senza pretese, come nell’ironica (e azzeccata) “Ganja Song”, presente in originale ed in un evitabile remix danzereccio, ed anche se talvolta sono sotto la sufficienza, come nel caso di “Fiesta!”, ben si accordano con i fiati a mille e la voglia di divertimento che costella tutti gli episodi del lavoro.
Ogni tanto si concedono il lusso della serietà e giocano con strutture musicali più adulte; il risultato si eleva e ne vengono fuori brani come la delicata Night Clippin’. Immancabile poi la cover, ed in “Ed è subito party” ce ne sono ben due, una scontata versione ska dell’arcinota “Misirlou” dalla colonna sonora di “Pulp Fiction” ed una più interessante dell’hit “Do You relly want to hurt me” che convince in pieno. Brano migliore del lotto probabilmente “La Soluzione”: pezzo ska tirato e potente con un ritornello martellante che non mancherete di canticchiare.
Piacere piacerà di sicuro a quanti di voi amano il genere, ed anche se sono parecchi i punti oscuri su cui consiglierei di lavorare il disco strappa una sufficienza più che meritata. E poi è perfetto per ritornare con la mente alle assolate spiagge agostane…


Condividi questa pagina!  

Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: