Guacamaya al The Cult (Abbiategrasso, 23/07/22)

Avevo voglia di veder un bel concerto acustico, guarda caso è capitato che i Guacamaya hanno deciso chiudere per ferie proprio con un set acustico in un bel pub di Abbiategrasso (MI), che pare sia di proprietà del chitarrista dei Lacuna Coil, infatti dentro è arredato con molti cimeli della band, oltre a diverse sculture molto particolari ed una maglietta appartenuta a Jimi Hendrix che sono stato 20 minuti a guardarla…comunque arriviamo al pub in orario aperitivo, le chiacchiere ignoranti pre-concerto oramai sono standard quando vengo alle serate Out Of Control, sarà che tra un concerto e l’altro sono 10 anni che gli rompo il cazzo con le foto, quindi più che altro stasera è una serata tra amici, amicizia che si sta tramandando anche ai figli, visto che Camilla e Melissa le rivedremo solo verso fine serata, o meglio le sentiremo. In cucina il mastro Sam ci sta dando dentro, mi attira dicendomi che è stato addosso un paio di giorni ad un pastrami, quindi decido di prendere quello seguito da diverse birre una più buona dell’altra, nel frattempo mi rendo conto che non avevo capito un cazzo di tempi della serata ed i Guacamaya attaccano a suonare che ho mezzo panino in gola, la scaletta è molto allettante e in acustico spaccano come in elettrico, “long Kesh”, “la taverna del diavolo”, “V”, la bellissima “Rwanda”, “fino all’ultimo bandito”, tutti pezzi conosco a memoria, poi spazio alle cover di gruppi che in un modo o nell’altro hanno segnato i magentini, dai Rancid agli Skruigners, dagli Atarassia Gröp a Bob Marley. Sfiga vuole che Camilla e Melissa hanno dei genitori disgraziati che fanno imparare le canzoni punk alle figlie, così l’encore di Guacamaya consiste nel cacciare Reb dalla sedia e far cantare “l’oltretorrente” degli Atarassia Gröp alle piccole punkrockers, l’atmosfera intima del pub dove ci conosciamo tutti rende tutto ancora più bello, e gli sguardi orgogliosi di noi vecchi rompiballe dice tutto.
Si finisce con qualche birra in mano fuori nel vicolo, con le bambine dentro che hanno attaccato il karaoke e passano dai Bull Brigade e Sud Disorder a quelle minchia di hit che sentono al centro estivo, però ci si piega comunque in due dal ridere fino a mezzanotte passata, quando salutiamo tutti e ringraziamo per la bellissima serata passata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato con tutte le news direttamente nella tua inbox!

Iscriviti alla newsletter, inserisci la tua email:

Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03) NO SPAM! Potrai disiscriverti in qualisasi momento.

Previous Article

Venezia Hardcore Fest 2022: ritorno col botto a fine Settembre

Next Article

IG CONTEST: VINCI BIGLIETTI PER ZIGGY FEST PUNK ROCK WEEKEND

Spotify Playlist
Potrebbe interessarti..
I PROSSIMI CONCERTI
Total
20
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!

Inserisci la tua email


Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.