Preorder 2020 postponed magazine

MILLWANKS: Kit Is Dead

Un disco dei Millwanks è come una scatola di cioccolatini..ah no ops, mi è uscita male. Dunque, un disco dei Millwanks è sempre qualcosa di particolare, i testi apparentemente stupidi e leggeri trattano argomenti seri ed interessanti, non risparmiano nessuno, in particolar modo il nuovo “idolo” dalla felpa facile e tutto il suo popolo bue (gran voce della sorella di Mimmo nella ghost track!), protagonisti con il trota in alcuni pezzi del disco. Parlano dei veri eroi del nuovo millennio nell’unica canzone senza prese per il culo del disco, i lavoratori, poi passano dalla venerazione quasi religiosa per la ‘nduja con tanto di coro sulle note di “alleluja” ad un grande, vero bomber del calcio che non c’è più, e nel mezzo ci sono dei grandi insulti verso il male su due ruote e verso quello con la tonaca nera (Don Matteo okkio!), denunciano l’uso scorretto dei verbi senza passare per grammar nazi, le basi per la miseria, e senza scordarsi che c’è una bionda tutta bollicine che adorano e amano quasi di più che stare su un palco a fare ciò che gli riesce meglio. Musicalmente non c’è nulla da dire, gran punk rock suonato ed arrangiato benissimo, tirato allo stremo, a tratti molto ’90’s, con tanti intermezzi ska e OI!, suono pieno e trascinante che invoglia a fare a spintoni ed a ballare alla cazzo di cane come si fa alle feste; i Millwanks sono dei gran cazzoni, senza peli sulla lingua, irriverenti e casinisti, ma non fate mai l’errore di confondere un testo idiota e senza senso con della satira fatta bene, come la sanno fare loro. Da segnalare una tiratissima cover dei Queen, un bel ricordo del compianto Freddy Mercury.
Registrato, mixato, masterizzato da Federico Provini presso il PFL studio, prodotto e distribuito da Dusty Buddah Records, grafiche di Chix e Stefano Marabelli (retro)

tracklist:
01. antisocial network
02. se io avrei
03. ciclista (feat. Paolino – Bad Frog)
04. ‘nduja (feat. Jessica Cosentino)
05. I want to break free
06. il secondo tragico Seelvio
07. Letissier
08. 8 x 1000
09. veri eroi
10. ti amo
11. park motel
12. dacci da bere (feat. Bobby – Pessimi Elementi)
13 kit is dead
ghost track. park motel pontida version (feat. Jessica Cosentino)

Potrebbe interessarti..

Duff Records Vol. 1 è fuori!

Una compilation, ventidue band, un'etichetta indipendente italiana che si prepara a lanciare la sua prima ... Read more

Continua a leggere...

Le prossime produzioni di Anfibio Records

Riceviamo e pubblichiamo con grande piacere il messaggio di Bolzo della mitica Anfibio Records, da ... Read more

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Article

7YEARS: on-line "The pride of a wounded sister" dedicata a Ilaria Cucchi

Next Article

Ancora pochi giorni per poter suonare al Punkadeka festival!

Potrebbe interessarti..
Total
58
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!



Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.
X
X