Punkadeka.it CONTEST

Nel Giallo dipinto di Giallo con la nuova cassettina DIY dei Killi Billi

Ma chi sono sti Killi Billi? Una risposta potrebbe essere: quattro pazzi con la furia negli occhi e con un senso dell’umorismo che fa rischiare loro le chiavi della città di Cambridge. Come amano definirsi loro “la boy band più longeva della Brianza” (folli! ndS)
I quattro suonano punk acustico rumoroso. Ma non perché sia noise o roba simile, semplicemente sono dei casinisti sparacazzate che nel live trovano la loro espressione massima. I quattro si presentano al pubblico muniti di contrabbasso, chitarre acustiche voluminose, cajon autoprodotti (gli sgabelli su cui si pesta), fisarmonica ed effetti rigorosamente alimentati a sudore tipo la diamonica e flautini da ovetto kinder.
Poteva essere il loro un disco canonico? Certo che no! La prima cosa che avvertirete è che tra una song e l’altra i Billi fanno ciò che a loro viene meglio: non riescono a stare zitti. Per loro le pause sono pura orticaria.
Il rischio è che potrebbero essere i vostri momenti preferiti. Immaginate di godervi una canzone e di non vedere l’ora che finisca per sentire cosa ha da dire di folle la band. Io lo trovo innovativo.
Ciò non vuol dire che le canzoni siano da meno. Le dodici cover di “Giustificati motivi di studio” registrate all’Easy Sound e prodotte al Billificio (home studio di Tiziano, il contrabbassista) sono tutte realizzate in presa diretta con rare sovraincisioni che riguardano soprattutto gli ospiti, tutte realizzate in “pseudo-buonalaprimamanonèvero” style. Giusto per farvi qualche esempio e stuzzicarvi: cosa ne pensate di una Sheena is a Punk Rocker “mashata” con L’esercito del Surf che per l’occasione diventa “del SERT”? E di Svalutation di Celentano che si scontra con Personal Jesus? E Waiting Room dei Fugazi suonata come se avessero le tarantole sotto pelle? Con questa cassettina la band vi porterà ad un loro concerto, vi farà percepire quanto il palco sia il loro diorama perfetto. il luogo in cui la loro follia si accentua tra boa di struzzo gialli, sudore, alcol e perculamenti rivolti al pubblico con l’ausilio dei titoli delle canzoni (a me è stata dedicata Stupid Man dei Crummy).

Per concludere è doveroso farvi sapere che tutto il progetto è rigorosamente Diy ai limiti estremi. Le Cassette sono riciclate da vecchie collezioni (avete presente le compilation sulle p90?) rinastrate e incise una a una con lo scotch sui buchini, roba del secolo scorso e da pirati delle scuole medie. C’è qualcosa di più punk di così? Non può mancare nella vostra collezione personale, contattate la band per farvi spedire la vostra copia e buon ascolto!

Lato A
Stupid Man Crummy Stuff feat Luca Crummy
Fallen in love Buzzcoks feat Fabry Crooks
Waiting room Fugazi
The girl you want Devo
Tainted love Soft Cell
Sheena is a punk Rocker Ramones + L’esercito del surf (SERT) Catherine Spaak (spanish version)
Blitzkrieg bop Ramones

Lato B
Psycho Killer Talking Heads + We can work it out The Beatles
Time Bomb Rancid feat Irene Viboras
Svalutation Celentano + Personal Jesus Depeche Mode
Rudie can’t fail The Clash
Fight for your Right Beastie Boys + Smells like teen spirit Nirvana feat Zebra Boogie Spiders

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato con tutte le news direttamente nella tua inbox!

Iscriviti alla newsletter, inserisci la tua email:

Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03) NO SPAM! Potrai disiscriverti in qualisasi momento.

Previous Article

Un’altra speranza per i concerti/ festival estivi? 5000 persone a Barcelona in concerto.

Next Article

CITY 493: fuori il video "Guardami"

Potrebbe interessarti..
Total
6
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!

Inserisci la tua email


Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.