INDIEBOX

INDIEBOX
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

E’ nata una nuova realtà nella scena Punk italiana, Indiebox.

Non potevano esimerci dallo scambiare quattro chiacchiere con le menti che vi sono dietro questo nuovo ambizioso progetto poichè come ben sapete dove vi è passione, coerenza e sincerità Punkadeka.it è sempre presente per offrire il massimo sostegno.

Bene Maurizio ci siamo visti diversi mesi fa per l’uscita del nuovo album dell’Invasione degli Omini Verdi, ove suoni la batteria, e ci incontriamo nuovamente ma questa volta per parlare di questo tuo nuovo progetto. Innanzitutto spiegaci come è nata l’idea di fondare questa Label/Press/Booking Agency?!

M. Ciao tutti! Questo progetto è nato da un’idea che avevamo in mente da tanto tempo; sostanzialmente l’aver curato sempre quasi tutti gli aspetti della gestione della nostra band ci ha dato la possibilità di confrontarci attivamente con le varie realtà che ruotano attorno alla produzione musicale, al booking, al management e all’editoria. Questa esperienza ci ha portato quindi a pensare che avremmo potuto provare ad ingrandire la cosa dedicando i nostri sforzi alla creazione di una struttura più organizzata ed articolata che ci coinvolgesse a tempo pieno.

Cosa vi ha spinto, parlo al plurale poichè so che dietro tutto questo vi è anche Debora, a mettervi in gioco e da semplici musicisti entrare nel music business che come tu sai meglio di me è un posto popolato da squali e carogne?!

M: penso che proprio l’aver conosciuto l’ambiente del music business ci abbia dato la spinta a creare tutto ciò.

Non ho mai tenuto nascosto a nessuno (chi mi conosce o chi ha letto le interviste rilasciate con gli Omini Verdi lo sa) che molti aspetti del music business non mi piacciono per niente; ho sempre cercato di tenermene lontano e di cercare di agire in modo differente ai soliti cliché che vengono guardati da tutti come “la chiave per la risucita”.

L’unico modo per poter continuare a lavorare seguendo le mie e nostre idee, e di poterlo fare anche con band che ci piacciono, era quello di costruire una nostra struttura su cui pregi e demeriti fossero riconducibili solo a noi stessi e al nostro operato.

 D.Infatti, abbiamo sempre cercato di evitare tutte quelle irritanti situazioni costituite da compromessi da gigantesche menzogne che popolano questo ambiente, andando sempre dritti per la nostra strada non dimenticando mai cosa significhi per noi la parola “musica”  ma soprattutto non dimenticando mai la passione che permette a ognuno di noi di esprimersi attraverso essa.

La nostra nuova struttura permette alle band che lavorano con noi di essere completamente indipendenti e libere di esprimersi al meglio.

Indiebox è una grande famiglia!   

Dicci la verità. Quante notti insonni avete passato prima di prendere questa decisione che molto probabilmente da un nuovo senso alla vostra vita?

M: In numero uguale a quelle che passo da quando tutto è iniziato; non avete idea di quante cose ci siano da fare per avviare una struttura tanto vasta; devo dirti la verità? Non aspettavo altro, almeno quando avrò un figlio sarò già abituato!!

D: Notti insonni?……… per ora non ho ancora avuto questo problema, mi affido a un buon pusher!

Adesso ovviamente la tua vita è stata completamente rivoluzionata poichè da dietro ad una batteria sei passato dietro una scrivania, sebbene tu mantenga il tuo posto fisso nel gruppo. Come cambieranno i rapporti con gli altri membri della band e come ti trovi adesso a parlare con i tuoi gruppi come “boss”?

M: ti assicuro che da quel punto di vista non è cambiato assolutamente nulla; gli Omini hanno sempre riposto la loro più totale fiducia in me affidandomi la gestione di tutto quanto sin dai nostri primi passi. i ragazzi della band erano già quindi più che abituati a vedermi ricoprire diversi ruoli e l’aver creato IndieBox non è stato per niente “traumatico”, anzi son certo che capiscono che questo è solo il proseguimento di quello che 6 anni fa avevo in mente quando si entrò in qusto mondo con la nostra band.

Cosa ti hanno detto i tuoi compagni di avventura dell’Invasione degli Omini verdi” quando gli hai comunicato questa tua decisione?

M: Bravo, ora vogliamo Royalties più alte!! No scherzo, sono stati entusiasti e ci han fatto l’imbocca al lupo.

Tra l’altro Giò (il chitarrista degli Omini) lavora attivamente con IndieBox per la sezione Recording Studio; il Living Rhum Studio, (lo studio dove nascono i dischi IndieBox) è suo; quindi puoi ben capire come questo progetto sia stato sempre chiaro a tutti da tempo tanto da renderlo una cosa naturale, quasi ovvia.

Ho saputo che da poco un membro della band ha lasciato il gruppo. E’ dipeso forse da questa tua scelta

M: ma figurati, come abbiamo già detto Ale ha lasciato la band per problemi lavorativi e personali che non hanno mai avuto nulla a che fare ne con problemi nella band ne con la nascita di IndieBox.

Semplicemente si è trovato di fronte ad un bivio e ha scelto la strada in cui la musica non avrebbe più trovato posto.

Quali sono le prime band che avete messo sotto contratto con Indie Box?

M: L’11 Novembre è uscito “Teenage Apocalypse” dei Pig-Tails, un album davvero bello e potente, registrato al Living Rhum e prodotto anche artisticamente dal sottoscritto. Sono davvero soddisfatto del lavoro che abbiamo fatto con i ragazzi negli ultimi 10 mesi tra sala prove, studio e produzione e son certo che daranno un bello scossone a questa scena un po “stagnante”. una grande soddisfazione ci è stata dta dalla loro peramneze sulle classifiche di Rock fm per 2 mesi giungendo fino a conquistare il 1° Posto!!!!!!

Abbiamo poi sotto contratto alcune delle band che facevano parte del catalogo che proponeva Le parc music (devi sapere,che la nascita di IndieBox coincide infatti con il nostro acquisto “in toto” della società che ci produceva prima, la Le parc music, di cui abbiamo rilevato sia le quote editoriali che le produzioni) 

Le altre band  che cureremo attivamente e sul cui futuro crediamo sono:

Cattive Abitudini

L’Invasione degli Omini Verdi

DDR

Pig-Tails

stiamo ovviamente cercando altre bands da produrre per i primi mesi del 2006… fatevi avanti!!!!

Ricordiamo a tutti che stiamo realizzando una IndieBox compilation in uscita ad Aprile che vedrà partecipare su Doppio cd 5//55 bands, 20 affermate e le altre tutte emergenti!!
i nomi che faranno parte della tracklist sono: MXPX, RUFIO, A WILHELM SCREAM,FONZIE… e altri grossi nomi internazionali e Italiani!

STIAMO ORA RICEVENDO I PROMO E SELEZIONANDO LE BAND!!

Quali sono le caratteristiche che una band deve avere per suscitare l’interesse di Indiebox? I nostri lettori vogliono sapere come far per entrare in questa nuova realtà con voi.

Anche suwww.indiebox.org potete trovare questa frase che riassume perfettamente ciò che cerchiamo:

Il requisito unico che richiediamo alle Bands che desiderano lavorare con noi è che facciano una musica sincera, sentita e di qualità; crediamo, infatti, fermamente, che la diffusione della musica in questi anni debba rispettare un unico canone:
AVERE CUORE E CONVINZIONE

Visto che avete una etichetta vi faccio una domanda che sia normale a qualsiasi titolare di etichetta. Quali sono le band internazionali e/o italiane per le quali vendereste vostra madre ai beduini pur di pubblicare e lavorare con loro?

M: sinceramente? Sparo alto e sogno?

Mi accontenterei di buona parte del catalogo Fat Wreck, in particolare potrebbero bastarmi Lagwagon e Propaghandi.

Su Epitaph starei invece sui Bad Religion e NOFX. 

Se potessi spaziare poi penso che punterei decisamente sui Foo Fighters.

Italiani? Non mi dispiacerebbero per niente i Forty Winks, non ho mai nascosto a nessuno quanto mi piaccia quella band, hanno un’attitudine tutta loro, sono grandissimi musicisti e sono persone davvero cordiali!

D: oltre a quelli citati da Mauri ci metterei anche i Rancid e se potessi entrare in un mondo parallelo punterei in alto: i Nirvana.

Italiani? I tre allegri ragazzi morti…… mi sembra inutile spiegarvi il perché!

Quali sono i progetti che avete adesso con la vostra etichetta e con la band?

In sostanza continuare a portare avanti giorno per giorno questo progetto, trovare band valide da produrre, realizzare al meglio ogni produzione a partire dalla compilation, curare al meglio l booking delle nostre bands, tutto il pubblishing, la promo e mi fermo sennò vi annoio!!

Con gli Omini Verdi invece stiamo portando al termine il Controtour autunno Inverno che ci ha visti calcare i palchi in 3, è stato ed è davvero divertente ed appagante!! Proviamo sempre almeno 3 volte a settimana e dobbiamo iniziare a comporre nuovi pezzi, abbiamo intenzione, infatti, di far uscire senza troppo attesa un nuovo disco che siam certi che spaccherà!

Contatteci suwww.indiebox.org li troverete tutte le info, i contatti mail, contatti ufficio e telefono!!

Rock N Roll!!!!!
IndieBox Staff.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi: