…some people never change…

…some people never change…
A cura di   |     |  
 Scrivi un commento!

(Booze&Glory+Billy Boy e la sua Banda+Bad Revenge) Decibel Magenta, 22/03/17

…è proprio vero, aspetti una serata per mesi, un gruppo che vuoi, che DEVI vedere, o meglio devi vivere, perché io ai concerti sono così, non mi limito ad ascoltare o guardare, insomma sei li che sanguini dalla voglia di goderti la serata e porcodiquelporco hai 39 di febbre! Pazienza, un paio di pillole magiche (a.k.a. tachipirina modello bomba da 1000) e si parte alla volta di Magenta, è un mercoledì sera qualunque di fine marzo e siamo in periferia, non credo ci sarà il pienone perché i più sfigati il giorno dopo vanno a lavoro, gli altri vanno a cercarlo, ed invece qualcuno c’era e come sempre capita, solo bella gente, che ha la mia stessa voglia di godersi la serata, solo che loro stanno bene ed io faccio fatica ad impugnare la reflex.

Al mio arrivo manca poco che salgano sul palco i Bad Revenge, visti decine di volte ma Skappe e gli altri ragazzacci mi piacciono, e parecchio, viene appesa la pezza della S.H.A.R.P. Milano e si comincia con l’energico OI!, sotto al palco purtroppo quasi il nulla, ma è molto presto, e nonostante ciò i Bad Revenge ci danno dentro alla grande.

Poco dopo tocca a Billy Boy e la sua Banda a scaldare un po gli animi, non li avevo mai visti e non so come ho fatto visto che sono solo 20 anni che suonano, e come su disco sono davvero eccezionali, irriverenti, punk vecchia scuola che fanno divertire e cantare gli ancora troppo pochi presenti.

E poi tocca a loro, ho iniziato ad ascoltarli credo appena si sono formati, il loro ultimo disco, Chapter IV, è davvero un gioiello e in culo alla febbre cerco di reggermi almeno in piedi per cercare di godermeli al meglio, e magari portare a casa qualche scatto decente visto che stasera proprio mi tremano le mani…niente dal vivo sono fantastici, ed i pezzi nuovi, decisamente più melodici dei classici pezzi dei londinesi, hanno per me una marcia in più, anche se “london Skinheads crew”, “our passion” e compagnia bella hanno sempre un loro perché, e poi c’è stato quel “fanculo nazi e fasci, noi siamo tutti uguali!”….e niente sono a posto così.

Finisce dopo un bis di qualche canzone, io sto veramente a merda e scappo a casa senza salutare nessuno o quasi, e senza fare manco una foto con loro…toccherà rimediare presto…ringrazio come sempre chi si fa in 1000 per portare qui in Italia a 40 minuti da casa mia i gruppi che amo, e gli chiedo scusa se non sono riuscito a fare un report decente.


Cosa ne pensi?   ...Scrivi il tuo commento!

Per scrivere un commento puoi:
effettuare il Login o registrarti
 
o compila i seguenti campi:





Aggiungi un’immagine al tuo commento >