FRANCESCO: Portami Via

FRANCESCO: Portami Via

Un disco che non si può definire punk direbbero in tanti, potremmo aprire un dibattito su sta cazzata, ma francamente non me ne frega niente perché devo raccontarvi di questo bel disco.
“Portami via” è un disco musicalmente complesso nella sua semplicità, ricercato (forse non volutamente), non immediato e dannatamente triste, con dei testi intimi che sembrano scritti di getto, ma che in realtà sono ben scritti ed arrangiati con sapienza, una cadenza di voce che porta l’ascoltatore dritto dove si trova Francesco, nella sua stanza con una chitarra in braccio ed un foglio scarabocchiato con 1000 pensieri sopra. Canzoni non proprio per tutte le orecchie se siete abituati a sonorità punk ed affini, ma sono sicuro che una volta ascoltato qualche pezzo riuscirete anche voi a vedere l’anima di questo bravo cantautore nato dal punk hardcore.
Una delle cose che mia ha particolarmente colpito, oltre ai testi si intende, sono i suoni, che partono dalla chitarra e passano da percussioni, armonica, flauto, batteria e un allegro cinguettare che accompagna alcune tracce, sonorità cantautorali con dentro del blues, e nella particolarissima “sono stufo”, una delle mie preferite, atmosfere medievali con quel piacevolissimo flauto. Per quanto mi riguarda spiccano su tutte la sopra citata e “per fortuna” con l’unico feat. del disco (Path e Rocker Ritz, e sti cazzi! O mecojoni a seconda della provenienza), ma fondamentalmente un disco che si lascia ascoltare molto bene nonostante la lunghezza dei pezzi, alcuni di 6 minuti.

Prodotto da Mastice Produzioni e Folk Beat Vendetta, mixato e registrato da Daniele Paradiso (SPD) nell’estate 2020.
Mastering e supporto al Mix di Salvatore Melillo (Offcina del Mastering).
Grafiche di Zanzarude
Dipinto in copertina: Bonzo (Cb)

Tracklist:
01. portami via
02. nessun rimorso
03. chissà
04. furono romanzi (poeta di sette anni)
05. libera, viva e selvaggia
06. vento (intermezzo)
07. per fortuna (feat. Path e Rocker Ritz)
08. ombra
09. sono stufo
10. Ofelia
11. alla luce dell’aurora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato con tutte le news direttamente nella tua inbox!

Iscriviti alla newsletter, inserisci la tua email:

Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03) NO SPAM! Potrai disiscriverti in qualisasi momento.

Previous Article
Bad Religion - The decades: 90s

BAD RELIGION - The decades: 90s

Next Article
AFI : 2 nuovi pezzi online... Che gran cagate!

AFI : 2 nuovi pezzi online... Che gran cagate!

Potrebbe interessarti..
LEGGI TUTTO

HUNNS: Tickets to Heaven

Gli Hunns nascono dall’unione di musicisti di differenti gruppi con marcate attitudini punk rock: Rob Milucky (chitarra, cori)…
Total
8
Share

Cosa aspetti?

Rimani aggiornato con tutte le news di Punkadeka.it direttamente nella tua inbox!

Inserisci la tua email


Iscrivendoti accetti il trattamento dei dati (D.L.196/03)
NO SPAM!
Potrai disiscriverti in qualisasi momento.