Punkadeka 20 anni di DIY ...il libro

Tony’s Butterflies, il libro verrà presentato a Novembre da T.A.C. Records

Come abbiamo scritto qualche mese fa la giovane etichetta discografica T.A.C. Records pubblicherà il libro “Tony’s Butterflies” tradotto in italiano dal buon Daniele Ridolfi, grande fan del compianto leader dei No Use For A Name, in una bella serata a base di emozioni, punk e pizzoccheri…dove? Al ristorante Granozero il 23 novembre, eccovi i dettaglie…SIATECI!

Professional Punkers e Ristorante Granozero presentano un evento unico nel suo genere!!!

Daniele Ridolfi, cantauore e grande appassionato di Tony Sly, ha tradotto in italiano il libro “Tony’s Butterflies”, scritto da C. Fulsty, dedicato al leader e cantante della band californiana “No use for a Name” scomparso nel 2012.
Ce ne parlerà sabato 23 Novembre presso le nostre sale, dove ci racconterà la vita del cantante e ci spiegherà come è nata la sua idea di tradurre il libro, che sarà possibile acquistare durante l’evento, destinando il ricavato alla fondazione Tony Sly.

Ospite d’onore della serata, con le sue creazioni artistiche, sarà Stefan Beham.
Stefan Beham è un graphic designer di Linz, in Austria, ha disegnato album art, t-shirt e persino poster. La sua lista di clienti è cresciuta sempre più negli anni.

Ecco un elenco degli artisti con cui lavora: Sum 41, A Wilhelm Scream, Strung Out, Direct Hit, Lagwagon, Bowling For Soup, Pears, Joey Cape, FALL 30 piedi, Impostazioni occidentali, The Brass, Good Riddance, Strike Anywhere, Nerf Herder, Against Me, Bad Astronaut, Goldfinger, GET DEAD, NOFX, Teenage Bottle-Rocket e molti altri ancora !!

A seguire la presentazione ci sarà una session con 3 band in acustico organizzata dagli amici di Professional Punkers:

– The WetDogs (da Albizzate una acoustic working class punk band dalle sonorita’ alla Billy Bragg, con pezzi propri e album disponibili sulle piattaforme digitali comuni)
– I Like Allie (da Milano – Punk Rock in acustico)
– Riot Orchestra (Dalle ceneri di Monica May (2012-2015) Luigi ha fondato la Riot Orchestra alla fine del 2016 con l’intento di rivisitare le famose canzoni punkrock (in primis) e rock in un modo molto diverso.)

Sarà possibile acquistare locandine, vinili e merch targati SBÄM e Professional Punkers.

La serata è accompagnata da una pizzoccherata “All you can eat” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbero interessarti anche ...